Home > Webzine > Arte > "Inside Dalí", première mondiale alla Cattedrale dell'Immagine di Firenze
venerdì 24 settembre 2021

"Inside Dalí", première mondiale alla Cattedrale dell'Immagine di Firenze

16-09-2021

Una nuova, grande avventura digitale sta per esordire a Firenze. Giovedì 16 settembre 2021 alla Cattedrale dell’Immagine, parte del complesso di Santo Stefano al Ponte, apre in prima mondiale la mostra digitale immersiva Inside Dalí realizzata da Crossmedia Group con il supporto della Fondazione Gala Salvador Dalí. La mostra - che proseguirà fino al 16 gennaio 2022 - punta a esplorare l’universo onirico immaginario di Salvador Dalí e a riscoprire la vita di quello che è stato uno dei maggiori pittori del XX secolo e la vera icona del surrealismo.

Un’esperienza multisensoriale che si colloca tra immaginazione e realtà, ma anche un mix di tecnologie all’avanguardia, immagini, veri e propri artefatti, illusioni e allusioni, il tutto in simbiosi perfetta con l’universo unico dell’artista catalano.

Ogni giorno avranno luogo le ininterrotte repliche della mostra immersiva, nel cui cuore si trova uno spazio multimediale a 360°, per una superficie di più di 400 m2, dove il visitatore è indotto ad attraversare il mondo del genio surrealista in una completa e “daliniana” immersione di oltre 35 minuti: un momento altamente emozionale che colpirà gli spettatori come niente prima d’ora.

«In questi due anni - ha detto Federico Dalgas Pandolfini, Presidente e amministratore delegato dell’azienda fiorentina - abbiamo lavorato tanto all'estero, anche se non abbiamo prodotto. Questa è la prima mostra dopo due anni, che giugnge al termine di un periodo particolarmente duro per tutto il settore culturale. Siamo certi che questo strumento possa essere di interesse per pubblici diversi. come quello della scuola e dei giovani in generale, particolarmente attratti sia da Dalì, sia dalle nuove tecnologie».

«Questa mostra è il segno di un'importante cooperazione, suscita emozioni e alimenta la cultura della pace - ha detto Montse Aguer, Direttore della Fondazione Gala Salvador Dalì -. E' anche il segno della relazione tra Firenze e Dalì, che ricorda l'amore dell'artista catalano per i Rinascimento e il concetto di armonia. Da sottolineare che si tratta della prima mostra che inauguriamo dopo i vari lockdown ed è quindi un bel segnale di ottimismo, una scommessa sulle nuove tecnologie che vede protagonista Crossmedia per attrarre gli spettatori più giovani».

«Una mostra che è un’esperienza multisensoriale unica e imperdibile - ha sottolineato la vicesindaca di Firenze Alessia Bettini -. Tecnologia digitale a servizio dell’arte per riscoprire in un luogo prezioso l’opera di uno dei più importanti artisti del XX secolo che è Salvador Dalì. Non solo, gli allestimenti dell’area museale permettono invece di conoscere un Dalì inedito, quello delle illustrazioni della Divina Commedia. Un connubio non forse conosciuto come merita quello tra l’artista catalano e il Sommo Poeta che va a arricchire il calendario di iniziative per i 700 anni dalla morte di Dante. Un aspetto che senza dubbio merita di essere approfondito. Grazie davvero a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo evento».

Ad arricchire la natura dell’evento, lo spazio immersivo è preceduto da un’ampia area museale dove il pubblico potrà confrontarsi con il multiforme ingegno di Dalí, venendo a contatto con alcune delle produzioni meno conosciute del maestro surrealista. I dischi da lui prodotti, i libri, una campagna pubblicitaria per le ferrovie francesi, che vanno ad aggiungersi al ciclo delle 100 xilografie originali magistralmente ricavate dagli acquerelli eseguiti dal pittore catalano per la Divina Commedia in occasione del settecentenario della nascita di Dante Alighieri.

Per l’occasione è stato realizzato un catalogo - in coedizione Crossmedia/Sillabe - dove trovano spazio, oltre all’introduzione del Presidente di Crossmedia Group Federico Dalgas Pandolfini, anche i testi di Bruno di Marino, Chiara Martine Menchetti, Ferruccio Mazzanti e Giovanni Ceccanti.

Da segnalare che l’apertura al pubblico di Inside Dalí sarà preceduta, nel pomeriggio di mercoledì 15 settembre, da un’anteprima esclusiva per Progetto Itaca Firenze - Associazione di Volontari per la Salute Mentale, che si svolgerà dalle 17 alle 20. L’associazione promuove una visione positiva e innovativa della malattia mentale nella quale la persona è al centro, non la sua patologia, e offre gratuitamente servizi di supporto e riabilitazione, informazione e prevenzione per giovani che soffrono di disturbi psichiatrici e per le loro famiglie. Il ricavato della serata verrà devoluto all'associazione e, in particolare, al progetto di riabilitazione sociale Club Itaca Firenze.

Per ulteriori informazioni: www.insidedali.it