Home > Webzine > Arte > Nuove visite polisensoriali per non vedenti nei musei di Palazzo Vecchio, Bardini e Novecento
giovedì 09 dicembre 2021

Nuove visite polisensoriali per non vedenti nei musei di Palazzo Vecchio, Bardini e Novecento

23-10-2021

I Musei Civici Fiorentini e MUS.E propongono tra ottobre e dicembre 2021 un nuovo ciclo di visite polisensoriali dedicato a ciechi e ipovedenti, che offrirà l’opportunità di avvicinarsi al patrimonio fiorentino e apprezzarne i capolavori in forma inclusiva e partecipata. Un ciclo di tre visite guidate - che si svolgeranno a partire da sabato 23 ottobre e poi a seguire sabato 13 novembre e domenica 12 dicembre – che accompagneranno i partecipanti rispettivamente al Museo di Palazzo Vecchio, al Museo Stefano Bardini e al Museo Novecento.

Si parte il 23 ottobre sperimentando Dante Alighieri, gli Uomini illustri e il Bene comune” iniziativa (che comprende anche un’installazione sonora immersiva) a cura di Valentina Zucchi e Carlo Francini inaugurata di recente nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio e dedicata a Dante Alighieri nell’anno in cui ricorre il 700° anniversario della morte.  Il 13 novembre sarà la volta del Museo Stefano Bardini con la visita intitolata “Il gusto dell’arte”. Statue, armi, bronzetti, cornici, cassoni, tappeti e maioliche diventeranno protagonisti di un racconto multisensoriale per assaporare il gusto dell’arte in ogni sua forma accompagnato dal racconto della visita dell’eclettico antiquario di cui il museo porta il nome. L’ultimo appuntamento è quello con “Arte da vivere”, fissato domenica 12 dicembre al Museo Novecento dove è conservata la grande raccolta di arte del XX secolo donata al Comune di Firenze da Alberto Della Ragione. La visita, dall’approccio polisensoriale, accompagnerà nella scoperta delle opere che compongono la prestigiosa collezione conservata nel museo fiorentino.

Le visite ai tre musei nel dettaglio

Sabato 23 ottobre ore 15
Dante Alighieri, gli Uomini illustri e il Bene comune
Museo di Palazzo Vecchio

Nell’occasione del settecentenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021), l’iniziativa valorizza la figura del sommo poeta in correlazione con la storia del palazzo civico. Negli anni Ottanta del Trecento infatti Dante fu individuato fra gli esempi di virtù da raffigurare entro un ciclo dipinto: ventidue uomini illustri della storia, emblemi di alti valori etici e politici, in grado di ispirare i governanti della città. Tale ciclo, oggi perduto, fu realizzato per l’Aula minor del palazzo, corrispondente con ogni probabilità all’attuale sala dei Gigli. Grazie all’esposizione di un codice laurenziano e all’installazione sonora immersiva proposta in sala, sarà così possibile comprendere meglio le caratteristiche e la portata del ciclo pittorico medievale, entro cui la figura di Dante aveva un posto d’onore, invitandoci a riflettere su che cosa significhi ancora oggi bene individuale e bene comune.

Sabato 13 novembre ore 15.30
Il gusto dell’arte
Museo Stefano Bardini

Il percorso consente di immergersi nell’atmosfera di entusiasmo e ricerca che animava antiquari, studiosi e mercanti tra fine Ottocento e inizio Novecento, attenti tanto ai capolavori quanto agli oggetti d’arredo e ai manufatti di arti minori. Fra questi si staglia la figura di Stefano Bardini esperto collezionista di meravigliose opere d’arte e di preziosi oggetti di antiquariato, che tuttora si possono ammirare negli spazi del museo da lui stesso allestiti con gusto scenografico. Statue, armi, bronzetti, cornici, cassoni, tappeti, maioliche diventeranno protagonisti di un racconto multisensoriale per assaporare il gusto dell’arte in ogni sua forma.
I partecipanti sono invitati a dotarsi di guanti personali.

Domenica 12 dicembre h15
Arte da vivere
Museo Novecento
La visita, dall’approccio polisensoriale, consente di avvicinarsi all’arte del Novecento, con un’attenzione specifica all’Italia e a Firenze: in questo senso, un focus particolare sarà dedicato alla preziosa Raccolta Alberto Della Ragione - che include grandi capolavori artistici e che permette di leggere sottotraccia i principali avvenimenti storici degli anni tra le due guerre - e al lascito del grande pittore fiorentino Ottone Rosai. Durante il percorso i partecipanti saranno guidati nell’esplorazione tattile guidata di alcune opere.
I partecipanti sono invitati a dotarsi di guanti personali.

Per chi: per giovani e adulti
Quando e dove:
23 ottobre h15 - Museo di Palazzo Vecchio
13 ottobre h15.30 - Museo Stefano Bardini
12 dicembre h15 - Museo Novecento

Gli organizzatori ringraziano per il prezioso supporto: American Express, GIOTTO – love brand di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, Tenderly - brand di Lucart Spa, Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella e Unicoop Firenze.

Per informazioni e prenotazioni:
La proposta è riservata a ciechi e ipovedenti e gratuita per loro e per i loro accompagnatori (uno ciascuno) per un numero massimo di 14 partecipanti, accompagnatori compresi.
È obbligatorio prenotarsi scrivendo a info@musefirenze.it o telefonando al numero 055 2768224