Home > Webzine > Arte > "L'alba della civiltà", mostra personale di Silvio Ricci alla FirenzeArt gallery
giovedì 29 settembre 2022

"L'alba della civiltà", mostra personale di Silvio Ricci alla FirenzeArt gallery

01-07-2022
Venerdì 1 luglio 2022, alla FirenzeArt gallery (Piazza Gaddi, 2/R) sarà inaugurata la mostra "L'alba della civiltà" personale di Silvio Ricci.

"Nella raffigurazione dei diversi soggetti Ricci utilizza altrettanto differenti abilità: ed ecco allora l’essenziale fisionomico dello splendido ritratto a mezzo busto di Caruso, dove il volto con quella bocca e quello sguardo raccontano meravigliosamente il personaggio; la luce dell’Annunciazione - lontanissima dalle rappresentazioni sacre che conosciamo e insolita perché collocata tra gli ulivi - che esprime il significato pittorico e soprattutto religioso dell’opera ed è frutto di una felice intuizione; il disegno di Ercole Farnese di Lisippo dove si manifesta tutta l’abilità tecnica dell’artista che produce una figura intrigante, ricca di pathos e seducente;" Jacopo Chiostri

Aquilano di nascita, fiorentino di adozione, Silvio Ricci è un solido pittore capace di esprimersi con una moltitudine di tecniche, dall’acquarello alla pittura a olio, dalle matite colorate alla penna biro, con i pastelli, con le cere, i gessetti, la terra, l’acrilico poi il collage, spesso la tecnica mista; uno sperimentatore raffinato, questa è la storia tecnico-artistica di Ricci, che ha utilizzato supporti tradizionali ma anche tavole, carta, faesite. I soggetti classici di Ricci sono quelli tradizionali, paesaggi, soggetti religiosi, squarci cittadini e ritratti, soprattutto di giovanissimi; quando però si è trattato di interpretare Firenze denunciando come la città abbia abdicato alla sua austerità e si sia rivelata soltanto avida, Ricci non si è tirato indietro e ha prodotto opere simboliche, metà veementi, metà ironiche.

Ricci si presenta al pubblico di appassionati e collezionisti di FirenzeArt con un solido curriculum di esposizioni tenutesi negli anni nel capoluogo toscano e altrove; personali e collettive lo hanno visto protagonista in Gallerie meneghine, a Trento, a Modena, in Vestfalia (Germania) poi in Rassegne, Premi e Celebrazioni.

Per ulteriori informazioni: www.firenzeart.it