Home > Webzine > Lettura > Leggere per non dimenticare: "La luce della stella" di AA.VV. alle Oblate
domenica 16 giugno 2019

Leggere per non dimenticare: "La luce della stella" di AA.VV. alle Oblate

19-12-2018
Mercoledi 19 dicembre 2018, alle ore 17.30, presso la Biblioteca delle Oblate a Firenze (via dell'Oriuolo, 26) per la rassegna "Leggere per non dimenticare" a cura di Anna Benedetti, è in programma la presentazione del libro "La luce della stella. I Re Magi fra arte e storia" di Alessandro Bedini, Giovanni Macchia, Paolo Ognibene, Antonio Panaino e Andrea Piras (Mimesis Edizioni, 2018). Presentazione di Franco Cardini e prefazione di Antonio Panaino, previste proiezioni. Ospiti: Alessandro Bedini, Giovanni Macchia, Marco Vanelli, Timothy Verdon.

Nella liturgia del Natale i Magi rappresentano una delle voci più misteriose ed affascinanti; venuti da un lontano Oriente al seguito di una stella, cercano il Salvatore tra mille difficoltà e (secondo la stessa narrazione evangelica) dopo averlo finalmente trovato, rischiano addirittura di metterlo in pericolo, se solo un angelo non li indirizzasse su un'altra strada ingiungendo loro di non fare ritorno dal perfido Erode. In principio né Re, né tre, i Magi hanno assunto molteplici identità, divenendo anche quattro, otto o dodici, ed hanno svolto una funzione ideologica cangiante a seconda delle distinte realtà in cui la storia che li celebrava si è affermata, magari solo attraverso la voce (meno nota, ma per questo non meno significativa) di una minoranza cristiana. Tale narrazione si è col tempo espansa grazie alla letteratura "apocrifa", in cui il tema dei Magi si è intersecato con quello della regalità, della mercatura, dell'ambasceria e della divinazione astrale, sempre conservando la "cifra" distintiva dell'universalismo cristiano come valore centrale, di cui tali viaggiatori si fanno testimoni, a conferma di una buona novella che viene per tutti. La ricchezza espressiva, teologica, concettuale e propagandistica che ha connotato tale ciclo narrativo non ha conosciuto confini nel mondo eurasiatico e successivamente anche negli altri continenti, generando una rete di tradizioni devozionali e spirituali straordinariamente ricca e variegata. Questa raccolta di saggi, curata da alcuni tra i maggiori specialisti della materia, propone, in armonia con la complessità del soggetto, una serie di percorsi interpretativi ed esegetici, volti a indagare l'eccezionale ricchezza espressa dal cammino dei Magi nella sua ininterrotta diffusione, nel tempo e nello spazio, tra simboli e riti capaci di ispirare ancora i moderni a dispetto della diversità delle lingue e delle distinte modalità espressive.

Per ulteriori informazioni: www.leggerepernondimenticare.it