Home > Webzine > Lettura > "Il Corpo e l'Anima", Sandra Milo presenta le sue poesie all'IBS+Libraccio Firenze
venerdì 15 novembre 2019

"Il Corpo e l'Anima", Sandra Milo presenta le sue poesie all'IBS+Libraccio Firenze

20-09-2019
Venerdì 20 Settembre, alle ore 18.00, Sandra Milo presenta il suo nuovo libro "Il Corpo e l'Anima. Le mie poesie" alla Libreria IBS+Libraccio Firenze (Via de' Cerretani, 16).

Con animo appassionato, grande tensione e parole gentili, l'autrice ci conduce per mano nel suo universo di sentimenti, desideri, dolori e rimpianti. Diciotto poesie, pubblicate da Morellini Editore, che aprono una finestra sull’esistenza interiore di una personalità forte e significativa, ma capace di esprimere i sentimenti con autentica sincerità e sfrontatezza. Passione, amore, attaccamento alla terra e malinconia emergono dai suoi versi, tra potenti suggestioni, tributi a illustri personalità (come la cara amica Marina Ripa di Meana scomparsa nel 2018, “Donna dai mille incanti/ chi più saprà/ sollevare il mondo/ sulla spuma della fantasia?”) e riflessioni su temi attuali, tra cui l’emigrazione: “E sopra di noi/ sotto il cielo/ appese ai capelli/ speranze/ di ignote terre/ accoglienti”. Uno sguardo profondo si cela dietro metafore evocative, che scuotono e meravigliano: animali, piante, suoni, odori, un mondo materico che si disvela parola dopo parola in un ipnotico gioco dei sensi: “Qualche volta, di notte,/ nasce come un silenzio,/ improvviso e diverso/ un silenzio odoroso/ di altri profumi/ come di terre sospese./ E intorno a me/ leggere come piume/ si muovono arie gentili” (da Gli spiriti).
Arricchiscono le pagine del volume le delicate illustrazioni di Sara Rambaldi.

Sandra Milo, pseudonimo di Salvatrice Elena Greco, nasce a Tunisi l’11 marzo 1933. La sua bellezza esuberante la fa debuttare nel 1955 in Lo scapolo con Alberto Sordi, che aprirà la strada a una lunga e ammirevole carriera. Recitando a fianco di grandi nomi del cinema italiano come (oltre allo stesso Sordi) Vittorio De Sica e Gino Cervi, nel 1959 ottiene un ruolo primario in Il generale della Rovere di Roberto Rossellini, per poi incontrare nel 1961 Federico Fellini che la vorrà in 8 ½ e Giulietta degli Spiriti, con i quali vincerà il Nastro d’argento come Migliore Attrice Non Protagonista. Tra il 1963 e il 1967 recita in dieci film di successo, tra i quali L’ombrellone di Dino Risi. Dalla metà degli anni Ottanta si dedica alla televisione, conducendo fino al 1989 Piccoli fans su Rai2, e altri programmi in onda su Rai e Mediaset. Negli anni Duemila recita in Il cuore altrove di Pupi Avati e in Happy Family di Gabriele Salvatores, oltre che in altre produzioni italiane. Questo è il suo primo libro di poesie.

Per maggiori informazioni: https://negozi.libraccio.it