Home > Webzine > Lettura > L'Eredità delle Donne: "Mappe", incontro in streaming con Lidia Bastianich
martedì 24 novembre 2020

L'Eredità delle Donne: "Mappe", incontro in streaming con Lidia Bastianich

20-10-2020
L'inarrestabile ascesa della cuoca e celebrità televisiva amata da milioni di americani Lidia Matticchio Bastianich sarà al centro del nuovo appuntamento con Mappe, la serie di dirette online sulle novità editoriali del 2020 che anticipa il festival L'Eredità delle Donne. Partendo dalla sua autobiografia "Il mio sogno americano. Una vita d'amore, famiglia e cucina" in uscita su Solferino, l'autrice dialogherà con Petunia Ollister martedì 20 ottobre 2020 alle ore 18.00 in live straming sulla pagina Facebook de L'Eredità delle Donne e su quella de La Nazione, media partner delle anteprime letterarie.

Il festival L'Eredità delle Donne è diretto da Serena Dandini e si terrà da venerdì 23 a domenica 25 ottobre 2020 a Firenze. È un progetto di Elastica e di Fondazione CR Firenze con il supporto di Gucci e il patrocinio del Comune di Firenze.

Celebre anche in Italia come protagonista di Masterchef Junior, lo spin-off per piccoli chef della trasmissione che per numerose edizioni ha visto tra i giudici il figlio Joe, per milioni di americani Lidia Bastianich rappresenta da decenni la cucina italiana. Ne è stata infaticabile portabandiera attraverso i ricettari, i popolarissimi show televisivi, i ristoranti. Dietro il suo successo c'è una vicenda avventurosa e drammatica, che Lidia, con il suo ottimismo, il suo coraggio e la sua tenacia ha trasformato in una storia esemplare.

Ne Il mio sogno americano Lidia Bastianich racconta la sua vita. Nata a Pola, vive un'infanzia felice: nel cortile della nonna apprende d'istinto il rapporto inscindibile che lega natura, cultura e cibo. Con l'annessione dell'Istria alla Jugoslavia, la sua famiglia è costretta a fuggire nel campo profughi della risiera di San Sabba. È tutto cupo, claustrofobico, ma la bambina non smette di sperare in un futuro migliore, che per lei ha un nome preciso: America. È lì la terra delle opportunità: istruzione, casa, lavoro. Finalmente, nel 1958, grazie alla Caritas, Lidia atterra a New York. Ha undici anni e tutta una vita davanti. I primi tempi sono duri, ma lei, sorridente e ostinata, cerca il suo posto nel mondo e comincia lavorando in una panetteria. E da qui si snoda la sua inarrestabile parabola ascendente: due ristoranti nel Queens, fondati insieme al marito Felice. Poi, nel 1981, la fortunata apertura del Felidia, a Manhattan. In questo libro, sincero e toccante, Lidia ci racconta la sua personalissima versione del sogno americano. La sua voce ci accompagna attraverso le difficoltà e le battaglie che l'hanno condotta alla costruzione di un vero e proprio impero. Ma anche a cucinare per due Papi, a svolgere un ruolo di primo piano nella comunità italo-americana, a diventare una madre e una nonna attenta e affettuosa. Senza mai smettere, lungo la strada, di regalare a milioni di persone il piacere insostituibile di un buon piatto da gustare con chi ami.
Si legge nella dedica: "Ai miei cinque adorati nipoti. Questo libro è la storia dei vostri bisnonni e dei loro figli. La nostra vita qui è iniziata come immigrati italiani ma ora siamo tutti orgogliosi cittadini americani".

Il festival L'Eredità delle Donne nasce nel nome di una fiorentina illustre: l’Elettrice Palatina ovvero Anna Maria Luisa de' Medici, musa ispiratrice dell'iniziativa, l'ultima discendente della famiglia Medici che, alla morte del fratello (1737), vincolò allo Stato toscano la amplissima collezione artistica appartenuta alla famiglia, divenendo di fatto la Madre della Cultura Italiana ed europea ante litteram.

Per maggiori informazioni: www.ereditadelledonne.eu 

C.O.