Home > Webzine > Lettura > "Giannis Antetokounmpo. Odissea" di Andrea Cassini alla Libreria Feltrinelli RED di Firenze
giovedì 06 ottobre 2022

"Giannis Antetokounmpo. Odissea" di Andrea Cassini alla Libreria Feltrinelli RED di Firenze

28-09-2022
Mercoledì 28 settembre 2022, alle ore 18.00, alla Libreria Feltrinelli RED di Firenze (piazza della Repubblica, 26) sarà presentato il libro "Giannis Antetokounmpo. Odissea" di Andrea Cassini (edizioni 66thand2nd). Antetokounmpo è uno dei più famosi e acclamati campioni di basket del mondo. Ma la sua vita racconta anche un’altra storia: quella di un apolide, né greco né nigeriano, cresciuto fra povertà e speranze, fra razzismo ed emarginazione, nella comunità africana di Sepolia, nei sobborghi di Atene.

Il 21 luglio 2021, Giannis Antetokounmpo vince il suo primo titolo Nba con i Milwaukee Bucks. A fine gara si siede nelle prime file del palazzetto e si concede un attimo per meditare sul suo percorso. Sembra il coronamento di una carriera da veterano; in bacheca ci sono già due trofei di Mvp, insieme al consueto stuolo di lodi e critiche che accompagna da sempre i più forti. Eppure, a neanche ventisette anni di età, il suo viaggio nel basket è come appena cominciato. Cresciuto tra povertà e speranze, tra razzismo ed emarginazione, nella comunità africana di Sepolia, nei sobborghi di Atene, Giannis si è avvicinato allo sport tardi, con l'obiettivo di mantenere la famiglia. Per il suo paese era un apolide, né greco né nigeriano. Per il partito di estrema destra Alba Dorata era «una scimmia con indosso una bandiera greca». Ma lui si sentiva un cittadino di due continenti - anzi tre, dopo che la fame di basket e vittoria è esplosa e l'ha portato in America, a salvare la città di Milwaukee che rasentava la bancarotta con una squadra in declino. Oggi Giannis Antetokounmpo è il volto globale della nuova Nba. E una faccia pulita e genuina, ma non ingenua né banale. In campo è un giocatore mai visto per come unisce tecnica, agilità, mentalità, forza fisica. Fuori dal campo è un modello di integrazione e impegno, ma ben lontano dagli artefatti proclami mediatici. Come racconta Andrea Cassini in questo libro emozionante, è la storia di Giannis a parlare, una fantastica odissea tra Mediterraneo e Atlantico, che svela come in ogni migrante, in ogni profugo si nasconda un re in esilio.

Andrea Cassini (1988) di formazione filologo medievale, è giornalista, traduttore e consulente editoriale. Scrive di sport per FiBa, «L’ultimo uomo» e altre testate. Scrive articoli per «L’Indiscreto» e ha pubblicato racconti su riviste letterarie e nelle antologie Prisma – Vol. 1 (Moscabianca, 2019) e Déjà vu – altre storie, altro presente (Alessandro Polidoro, 2020). Ha partecipato come autore a Tina. Storie della grande estinzione (Aguaplano, 2020).

Per ulteriori informazioni: www.lafeltrinelli.it