Città di Firenze
Home > Webzine > Lettura > Presentazione della graphic novel "Looks that kill" di Stefano Pancari a Le Murate Idea Park
venerdì 19 aprile 2024

Presentazione della graphic novel "Looks that kill" di Stefano Pancari a Le Murate Idea Park

04-11-2022

Venerdì 4 novembre 2022, alle ore 18.30, nella sala semiottagonale de Le Murate Idea Park (via Madonna della neve, 8 - Firenze) è in programma la presentazione della graphic novel "Looks that kill" di Stefano Pancari. Ospiti della presentazione il pianista Federico Sagona e la rock band fiorentina Auge.

Nel primo semestre 2022 i morti sul lavoro, al netto dei decessi per covid, sono passati dai 171 dello stesso periodo del 2021 ai 452, con un aumento impressionante del 164%. Nella sola Toscana ci sono stati ben 29 decessi. A questo dato drammatico si aggiunge un aumento del 43,3% delle denunce di infortunio rispetto al 2021. Non va meglio sulle strade dove mediamente muoiono 9 persone al giorno e, dato ancor più inquietante, ben 467 vittime tra i bambini (età inferiore a 14 anni) nel periodo 2011-2020 (fonteETSC). Questa condizione è intollerabile.

Stefano Pancari è una safety rockstar, da oltre venti anni impegnato nella divulgazione della cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro. “Le cose non succedono fino a quando succedono” dichiara Pancari a chi sotto valuta le oltre 1000 morti sul lavoro e gli oltre 600000 infortuni ogni anno. Perché continuiamo a pensare che la sicurezza sia solo una questione di leggi da rispettare, anziché una delle regole base della nostra etica per vivere dignitosamente?“.
“Scelgo uno stile comunicativo rock perché mi oppongo allo status quo di coloro che si comportano come se avessero un contratto a tempo indeterminato con la vita. È un atteggiamento che ritroviamo sul lavoro così come nella società civile,abbiamo la presunzione che tutto ciò che facciamo non rappresenterà un licenziamento per giusta causa da questa vita”, dice Pancari, “c’è bisogno di dare una rinnovata percezione di cos’è la sicurezza. Per questo dobbiamo trovare il coraggio di interrompere lo schema comunicativo a cui siamo stati abituati trattando questo tema sociale così importante”.
Questo è lo scopo che lo ha visto illuminare il Ponte Vecchio con una videoinstallazione che fosse un messaggio sulla cultura della sicurezza e sono numerosi i suoi interventi, dalle scuole ai palchi dei teatri come il Teatro Brancaccio di Roma. Chiamato in radio e TV per divulgare la cultura della sicurezza, è anche autore della prima rubrica settimanale sul tema in onda su RTV38. Questo approccio è sfociato in un progetto nato nel 2018 denominato ROCK’N’SAFE, un'iniziativa caleidoscopica che ha l’intento di sovvertire il percepito della sicurezza nelle persone.
“Ci comportiamo in modo sicuro non perché abbiamo paura di morire, dichiara Stefano Pancari, ma perché amiamo così tanto la vita da volerla preservare fino in fondo”. Con l’inizio della pandemia il progetto ha trovato sfogo in un magazine online che, 365 giorni all’anno, pubblica contenuti non convenzionali per generare appeal nei confronti, non solo della sicurezza sul lavoro, ma anche sulla sicurezza stradale e, più in generale dell’educazione civica. “L’unico modo per opporsi al malcostume generale”, continua Pancari, “è dimostrare che la vera rockstar è la persona che guida al posto dell’amico che ha bevuto troppo o l’imprenditore che comprende che la salute e la sicurezza dei propri collaboratori non è barattabile in nome di un maggior profitto”. Ogni giorno sono pubblicati articoli e interviste di manager e lavoratori, ma anche personaggi dello spettacolo, dai Litfiba a Massimo Cotto, Enrico Ruggeri, Saturnino e tanti altri. Tutti aggiungono la propria voce a quel megafono che urla al mondo che non c’è niente che valga più della nostra pelle. Non solo interviste, ma anche vignette, giochi e arte perché la cultura della sicurezza è un bene collettivo di cui tutti ci dobbiamo interessare in qualsiasi forma. ROCK’N’SAFE non è solo magazine online, ma è anche eventistica rivolta ai lavoratori e alla comunità in genere, con i giovani in prima fila perché coltivare un senso civico insieme a loro è una responsabilità da cui non ci possiamo esimere. Il motto è Be Safe! Be Rock!

Da quest’esperienza nasce a settembre un progetto chimera denominato LOOKS THAT KILL.
La graphic novel LOOKS THAT KILL racconta le gesta del protagonista diviso tra la vita e la cultura del pericolo, che nel libro è rappresentata dalla Bestia. Il libro è l’allegoria della nostra coscienza che ama la nostra vita, ma poi alimenta con i propri comportamenti una cultura che troppe volte la mette in pericolo. “Le cose non succedono fino a quando succedono” dichiara Pancari. Chi sta mettendo a rischio la tua vita? Con il libro Pancari pone al lettore questo quesito individuando anche una luce in fondo al tunnel per uscire da questa tragica spirale.

LOOKS THAT KILL, edito da EPC Editore, vanta le tavole di Valentina Laura e Claudia Chiaravalloti. Ha ottenuto riscontri positivi nella première al Safety Expo di Bergamo e recensioni su testate nazionali. Recentemente è stato selezionato per essere presentato nella chermesse di Casa Sanremo Writers nell’ambito del festival di Sanremo 2023.

Il progetto non si è fermato sulla carta inchiostrata, ma ha dato luce anche al primo disco rock omonimo dedicato alla cultura della sicurezza e un safety rock show che, nella sua première di Bergamo, ha visto 400 partecipanti in estasi sulle note rock di SOS Save Our Souls, Auge, Federico Sagona, Althea, Paola Favarano e le riflessioni di Stefano Pancari.



Per informazioni e prenotazioni: www.rocknsafe.com - reservation@rocknsafe.com