Città di Firenze
Home > Webzine > Lettura > "Splendore e vetustà della maschera di stoffa", il manuale del maestro e storico Ezio Flammia
lunedì 27 maggio 2024

"Splendore e vetustà della maschera di stoffa", il manuale del maestro e storico Ezio Flammia

11-12-2023

Un argomento inedito sia sotto il profilo storico che tecnico. Un’arte, quella della scultura con stoffa, pressoché sconosciuta nonostante la sua origine risalga a più di duemila anni fa. L'artista e scenografo Ezio Flammia, maestro e storico dell'arte, ha scritto "Splendore e vetustà della maschera di stoffa tra mito e teatro, materia e tecnica", con la prefazione e postfazione del professor Luciano Mariti, pubblicato da Voglino Editrice.

Un’indagine appassionante e ben argomentata dal punto di vista antropologico, filologico, morfologico e tecnico che non tralascia alcun aspetto connesso a questo manufatto. La complessità e l’originalità degli argomenti trattati, tramite consultazioni di testi antichi, supportati dalle sue competenze di oltre cinquant’anni anche in altri ambiti (pittura, scultura, scenografia e restauro), assicurano la serietà del lavoro. Lungo il percorso, l’autore non tralascia alcun assunto connesso a questo genere di manufatto: religioso, magico, rituale, ludico, teatrale e tecnico. Quest’ultimo argomento, di assoluta novità, è tra le tesi principali del libro. Il libro è corredato di disegni dell’autore (eseguiti con la tecnica a pettine), fedeli alle iconografie originali. Il corredo grafico è un indispensabile corollario degli argomenti presi in esame. Lo studio è arricchito dai contributi del prof. Luciano Mariti, storico del teatro, che ha redatto per l’occasione un saggio che accompagna il testo: "Conosciamo ancora poco la maschera,... Si capisce allora quanto prezioso sia il lavoro di Ezio Flammia che, ormai da mezzo secolo, si interroga concretamente sui materiali e le metodologie esecutive, sui procedimenti variamente adottati nei vari periodi storici e nelle sperimentazioni moderne. Ipotesi di Flammia... interessanti, innovative, concretamente fondate, e potrebbero aprire nuovi studi".

Ezio Flammia è artista e scenografo, maestro e storico dell’arte della cartapesta. È autore di Maschere di stoffa, di ferro. Mito materia e ragione (Roma 1996); Storia dell’arte della cartapesta – La tecnica universale (Roma 2011); Fare cartapesta e scultura di stoffa (Roma 2014); Storia dell’arte della cartapesta (Prefazione di Claudio Strinati- Roma 2017); L’arte della maschera di stoffa (Prefazione e postfazione di Luciano Mariti – Roma 2022). Ha condotto numerosi laboratori, in Italia e all’estero, per lo studio e la realizzazione di maschere, burattini e marionette. Ha realizzato scenografie e costumi per 22 opere teatrali, ha collaborato all’allestimento di varietà in prima serata per la TV-Rai 2. Ha diretto 2 spettacoli di teatro di figura con suoi burattini a bastone in rete metallica. Sue opere fanno parte delle collezioni di 9 musei italiani e 2 esteri. Nel 1996 ha ricevuto: presso la Camera dei Deputati (Sala del Cenacolo), il premio internazionale alla carriera per le arti “La Plejade” e nel 1967, il 1° Premio “Conseil Mondial de la Paix”- Vienna. Ha restaurato importanti opere di cartapesta per il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma. Sue mostre personali sono state promosse da Istituti di Cultura ed Enti pubblici, in Italia e all’estero.

Per maggiori informazioni: www.voglinoeditrice.it