Città di Firenze
Home > Webzine > Lettura > Isabelle Autissier, prima velista del giro del mondo in solitaria all'Institut français Firenze
venerdì 14 giugno 2024

Isabelle Autissier, prima velista del giro del mondo in solitaria all'Institut français Firenze

17-01-2024
Giovedì 25 gennaio 2024, alle ore 19.00, l'Institut français Firenze, in piazza Ognissanti 2, ospiterà l'incontro con Isabelle Autissier, ​prima donna a realizzare il giro del mondo in solitaria in barca a vela (1991), oggi anche scrittrice e presidente della sezione francese del WWF, che dialogherà con la pilota di Air France Audrey Escoubet. Modera l'incontro Chiara Dino, Corriere fiorentino.

Isabelle Autissier è una donna asciutta e senza fronzoli, solida ed essenziale, come lo sono coloro che hanno a che fare con ambienti e situazioni estremi. Francese, classe 1956, è stata la prima donna a compiere il giro del mondo in barca a vela in solitaria, nel 1991. Otto anni dopo, ha vissuto un’avventura incredibile: durante la competizione Around alone, mentre navigava nell’Oceano Pacifico meridionale, la sua imbarcazione si è ribaltata. A salvarla, dopo 24 ore in balia del mare, è stato il velista italiano Giovanni Soldini, suo amico e concorrente, che è riuscito a raggiungerla e a prenderla a bordo sulla sua barca. Oggi la Autissier è presidente della sezione francese del Wwf, le sue navigazioni sono a carattere scientifico e ospitano a bordo della sua barca scienziati e studiosi dell’ambiente marino: tra gli altri ricordiamo Eric Orsenna, accademico di Francia; è autrice di numerosi romanzi, saggi e racconti, tra cui: Incontro con il mare, con Antoine Le Séguillon (Solar, 1996); Un solitario intorno al mondo, con Éric Coquerel (Arthaud, 1997); Kerguelen, il viaggiatore nel paese delle ombre (Grasset, 2006); Saluto al Grande Sud, con Erik Orsenna (Stock, 2006); Lato oceano: l'isola alla fine del mondo con Lionel Daudet (Grasset, 2008); Solo il mare lo ricorderà, romanzo (Grasset, 2009); L'amante della Patagonia (Grasset, 2012); La Terra come orizzonte, interviste a Isabelle Autissier (Presses de l’Île-de-France, 2013); Passare dal nord, la nuova rotta marittima, in collaborazione con Erik Orsenna (edizioni Paulsen, 2014); Improvvisamente, soli romanzo (Stock, 2015); Dimenticare Klara, romanzo (Stock, 2019). Premio Romanzo Femina 2019; Il naufragio di Venezia, romanzo (Stock , 2022); Racconti marini educativi sotto forma di album su CD (2015/2019).

Dei 4.000 piloti di Air France, solo il 9% sono donne (a livello mondiale, meno del 6%): Audrey Escoubet, capitano della compagnia francese dal 2000, è una di queste (!) ed è riuscita a diventare capitano e istruttore dell'A320 grazie alla sua volontà di ferro, perché né la sua famiglia né i suoi insegnanti l'hanno sostenuta in questo progetto: "I miei insegnanti sono sempre stati piuttosto dissuasivi dal diventare pilota", ammette. "Nell’ambiente scolastico, gli stereotipi sono duri a morire e permeano il cervello malleabile degli adolescenti."

Per maggiori informazioni: www.institutfrancais.it/firenze#/