Home > Webzine > Musica > "A Jazz Supreme 2019", Jozef Dumoulin e O-Janà in concerto alla Sala Vanni
venerdì 15 novembre 2019

"A Jazz Supreme 2019", Jozef Dumoulin e O-Janà in concerto alla Sala Vanni

26-10-2019
Sabato 26 Ottobre, alle ore 21.15, Musicus Concentus con Firenze Jazz Festival presentano, per l'anteprima della rassegna "A Jazz Supreme 2019", il concerto di Jozef Dumoulin e O-Janà alla Sala Vanni in Piazza del Carmine, 14.

Uno dei più inventivi pionieri nel suo genere, stregone del piano, un mago delle tastiere o specialista del Fender Rhodes: sono solo alcune delle menzioni usate per descrivere Jozef Dumoulin. Dopo aver lavorato con uno svariato numero di artisti (Magic Malik, Toots Thielemans, Octurn, …) e pubblicato album come leader, acclamati da pubblico e crtitica, Dumoulin si concentra nel raggiungere l’apice del suo personale ed iconoclastico approccio al Fender Rhodes e alla musica. A Fender Rhodes Solo, il primo Solo nella storia di questo strumento, esce nel 2014 per la label francese Bee Jazz e riesce a mescolare sapientemente le musiche del mondo.
"La mia storia con il Fender Rhodes non è il risultato di una particolare ambizione o desiderio. Ad essere onesto, non sono mai stato familiare e non mi sono mai sentito vicino alle sue tipiche sonorità (musica funk e psichedelica). Mi sono invece lasciato sedurre da questo strumento perchè ero attratto dalle possibilità che mi si aprivano davanti…
Ho reso l’album una sfida personale, con vincoli chiari che mi avrebbero auitato a seguire l’approccio che ho sempre avuto per le cose nuove”.
Jozef Dumoulin/ fender rhodes

Il duo O-Janà è formato dalla cantante Ludovica Manzo e dalla musicista elettronica/pianista Alessandra Bossa. Una proveniente dalla musica classica e contemporanea, l’altra dal jazz e dalla musica di ricerca, combinano elettronica, improvvisazione e songwriting in una maniera del tutto originale.
La loro musica esplora i possibili percorsi che dalla forma chiusa conducono all’improvvisazione totale, e viceversa, cercando di espandere i confini della melodia e della forma canzone attraverso l’elettronica ed il cut-up sonoro. Pulsazioni che nascono dal gesto improvvisativo, giochi bizzari tra suono e parola, storie nascoste in paesaggi onirici, sono elementi delle loro composizioni originali e delle performance live.

Per maggiori informazioni: www.musicusconcentus.com