Home > Webzine > Musica > "Lacuna", il monologo lirico di Nicola Gardini con Gamo Ensemble alla Certosa del Galluzzo
venerdì 15 novembre 2019

"Lacuna", il monologo lirico di Nicola Gardini con Gamo Ensemble alla Certosa del Galluzzo

04-10-2019

Sarà il monologo lirico “Lacuna” in prima esecuzione assoluta ad aprire la quarantesima stagione del GAMO, venerdì 4 Ottobre, alle ore 21, presso la Certosa del Galluzzo, un’opera di Nicola Gardini ispirata al suo omonimo “saggio sul non detto”. Il noto intellettuale italiano, latinista, grecista all'università di Oxford, pittore e scrittore sarà lo speciale ospite della serata. L’idea artistica e la produzione del progetto è a cura del GAMO ENSEMBLE che ha chiesto a Nicola Gardini di produrre il libretto e a Carlo Galante di scrivere la musica. L’evento è inserito nel nuovo ciclo di concerti GAMO_Siae Classici di Oggi.

Sarà dunque una presenza eccezionale quella del professor Gardini, che introdurrà l’opera insieme ad un'altra figura di spicco, il professore Carmelo Mezzasalma, direttore della comunità di San Leonino della Certosa e musicologo. Gardini è anche autore del libretto in cui si racconta la fine di una storia di amore, una forma di addio irreversibile dove le ragioni di questa rottura non sono esplicitate e il non dire diventa così una forma di rivelazione. Un omaggio anche alla grande letteratura, dove spesso le omissioni narrative raccontano ancora di più dell’esplicito, così come nella musica le pause diventano indispensabili per dare un senso ancora maggiore alla melodia.

Protagonisti del monologo lirico per voce recitante, soprano, fisarmonica, pianoforte saranno gli interpreti del Gamo Ensemble: la soprano Alda Caiello, il pianista Matteo Fossi, Francesco Gesualdi alla fisarmonica e la voce recitante di Carlo Fava. Le musiche sono a cura di Carlo Galante.

Nicola Gardini vive tra Milano e Oxford, è autore di successo di una moltitudine di lavori, libri di saggistica, di poesia e narrativa, tra cui si ricordano titoli come “Viva il LATINO. Storia e bellezza di una lingua inutile””, “Con Ovidio. La felicità di leggere un classico”, “Le dieci parole latine che raccontano il nostro mondo”. Lo studio cui l’opera trae ispirazione è “Lacuna, un saggio sul non detto”, edito dalla Piccola Biblioteca Einaudi nel 2014. 

Il prossimo appuntamento della stagione concertistica del GAMO, sarà domenica 13 ottobre alla Certosa del Galluzzo con “Diario di Eva”, opera scenica ispirata al libro di Mark Twain, con musiche di Mauro Cardi e messa in scena di Cristina Papi. Gli interpreti, anche loro tutti parte del GAMO Ensemble, sono la soprano Valeria Mastrosova, Sara Minelli al flauto, Nicola Tommasini alla fisarmonica, Alberto Bologni al violino, Michele Marco Rossi al violoncello, Marco Farruggia alle percussioni, con l’attrice e danzatrice Diletta Brancatelli. Dirige Francesco Gesualdi.

L’associazione GAMO è dedita alla diffusione della musica contemporanea dal 1980. Con questa ambizione intesse sodalizi artistici con gli autori più importanti del secondo Novecento, proseguendo nel solco ininterrotto della ricerca musicale contemporanea. Tra gli ospiti delle passate stagioni si possono citare il maestro giapponese Hosokawa, il compositore spagnolo Luis De Pablo, il tedesco Helmut Lachenmann. Illustri compositori quali Petrassi, Donatoni, Bussotti, Cage, Sciarrino hanno dedicato al GAMO alcune loro composizioni.

Ingresso concerti a pagamento | per prenotazioni: direzioneartistica@gamo.it 

Per ulteriori informazioni www.gamo.it