Home > Webzine > Musica > "GO ON! Giotto jazz festival & Etnica" al Teatro Giotto di Vicchio
martedì 24 novembre 2020

"GO ON! Giotto jazz festival & Etnica" al Teatro Giotto di Vicchio

22-10-2020

“GO ON! Giotto jazz festival & Etnica” è un modo di dare un segnale anche in questo funesto 2020. Il jazz club of vicchio va avanti, c’è e ci prova nonostante le tante difficoltà e limitazioni. Dopo essere stati costretti ad annullare i due festival che ormai da oltre 20 anni la nostra attività, abbiamo deciso di proporre, al Teatro Giotto di Vicchio, questa quattro giorni di musica a metà strada fra il Giotto jazz festival e Etnica: ecco quindi un estratto per pochi intimi (massimo 80 persone a sera) delle nostre iniziative.

Inaugurazione giovedi 22 con il nuovo progetto di Dario Cecchini "Jazzasonic" con la partecipazione del trombettista Fabrizio Bosso: una produzione di Giotto jazz per una prima assoluta. Venerdi 23 sarà la volta dei Surealistas tra cumbia, son e tropicalismo. Sabato 24 in scena la Baro Drom Orkestar con il loro mix di klezmer, musica armena, balkan e pizzica salentina. Gran finale con un’altra produzione originale dei Funk Off con special guest la vocalist Serena Brancale.

Giovedì 22 ottobre
ore 21,00 – Dario Cecchini “Jazzasonic” special guest Fabrizio Bosso
Con Jazzasonic Dario Cecchini, saxofonista e compositore da anni attivo nella scena musicale nazionale ed internazionale, continua ad esplorare quei territori a cavallo fra jazz, funk, ritmi composti e sonorità moderne che da anni esplora con i suoi Funk Off.
Il fulcro del progetto sono le composizioni, tutte di Cecchini, dalle quali risulta chiara l’intenzione di creare una musica personale e moderna, che affonda le proprie radici nel jazz ma aperta ad ogni contaminazione.
Unisoni, armonizzazioni, risposte, scelta timbrica, interplay e musicisti di grande spessore gli ingredienti di un quintetto che è quello più classico del jazz: sax, tromba, e sezione ritmica, ma aperto a tutte le influenze e capace di esprimere in maniera originale e profonda le varie sfumature delle varie composizioni, che ci mostrano anche un lato più intimistico e riflessivo della musicalità di Dario Cecchini.
Fabrizio Bosso alla tromba e al flicorno è lo special guest della formazione, aggiungendosi al quartetto formato oltre che dal leader ai saxofoni e ai flauti, da tutti musicisti affermati e di livello internazionale: Claudio Filippini al Piano e tastiere, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Stefano Tamborrino alla batteria.
Ingresso posto unico € 10,00

Venerdì 23 ottobre
ore 21,00 - SuRealistas
I SuRealistas sono tre fratelli argentini…E cinque fratelli acquisiti!
Nelle loro vene scorrono Argentina, Toscana, Sicilia... E persino un pizzico di Bosnia. I loro cuori pulsano al ritmo delle clavi afroamericane, tra cumbia e son, MPB e tropicalismo... Ma i loro sogni d'adolescenza, pronti a tornare alla riscossa e ansiosi di raccontare il mondo, sono pieni di rock e psichedelia, canzoni d'autore e letteratura. I SuRealistas sono una vera band, come quelle dei tempi che furono. Nessun leader: il loro simbolo non è una piramide ma un cerchio, capace di racchiudere più idee, più voci e più colori. «La vita è l'arte dell'incontro», diceva Vinícius de Morães: così, al crocevia tra tanti sogni è nato il sogno dei SuRealistas, popolato di canzoni originali e al tempo stesso piene d'amore per la tradizione afroindoamericana.
Ingresso posto unico € 5,00

Sabato 24 ottobre
ore 21,00 - Baro Drom Orkestar
Tradizione ed innovazione si mischiano in questo strepitoso ensemble. Uno nuovo “genere” da noi ribattezzato “Power Gipsy Dance”. Klezmer, musica armena, balkan e pizzica salentina in un ensemble atipico: violino elettrico, contrabbasso elettrico, fisa e batteria modificata. Poco world...molto rock
La Baro Drom Orkestar è formata da 4 musicisti (tre fiorentini ed un laziale di origine teutonica che dice di chiamarsi Modestino Musico) dalla lunga esperienza accomunati dalla passione per i ritmi dispari dell'Est e del Sud Europa.
Mischiano Klezmer, musica armena, pizzica salentina e balkan, il tutto suonato con una formazione atipica (senza fiati), con un violino elettrico, fisarmonica e con una base ritmica, contrabbasso elettrico e batteria modificata, dall'attitudine molto rock e poco world. Ma la loro peculiarità è che, oltre ad una serie di canzoni tradizionali completamente stravolte, buona parte del loro repertorio è di loro composizione che, se vogliamo dargli una definizione, potrebbe essere appunto "Power Gipsy Dance".
“Power” rende bene l’idea di approccio a tale musica: la loro sezione ritmica, formata da un contrabbasso elettrico e una batteria “modificata” si presta spesso a sfumature rock, così come il violino che spesso viene manipolato usando effetti tipici di una chitarra elettrica come distorsori, wah-wah, delay ecc ecc. “Gipsy” perché può essere considerato un gruppo di world music che trae ispirazione soprattutto dal variegato mondo musicale dei gitani. L’ultima parola, “Dance” è molto semplice da spiegare: ai concerti della Baro Drom si balla dalla prima all’ultima nota!
Ingresso posto unico € 5,00

Domenica 25 ottobre
Funk Off special guest Serena Brancale
ore 16,30 – ore 17,30 – ore 18,30

Per questo triplice concerto a Vicchio, i Funk Off che tornano felici a suonare nel loro paese in questo periodo di convivenza forzata con il Covid proprio per dare un segnale, insieme al Jazz Club of Vicchio e al Comune, che la musica e il teatro devono andare avanti e mantenere una presenza sul territorio.  I Funk Off oramai hanno collaborato nei generi più disparati e con moltissimi artisti, solo per parlare di quelli non jazz con Mika la loro ultima incredibile collaborazione, ma anche con Gino Paoli, Massimo Ranieri, Karima, Simone Cristicchi e molti altri. In questa occasione presenteranno in prima assoluta una nuova collaborazione con Serena Brancale, cantante e compositrice che potremmo definire nu soul ma che ama anche i terreni del soul e del funk oltre che del jazz. Nel concerto ci saranno nuovi brani sia della band che nuove interpretazioni della musica di Simona che, già piena di groove e influenze black, viene riletta dai Funk Off nel loro stile. Un debutto di un progetto da non perdere
Ingresso posto unico € 2,00

L'iniziativa è realizzata dal Jazz Club of Vicchio in collaborazione con Comune di Vicchio e  Music Pool.

Per ulteriori informazioni: info@eventimusicpool.it - jazzclubofvicchio@gmail.com