Home > Webzine > Teatro & Danza > "Antropolaroid" di e con Tindaro Granata al Teatro di Rifredi
mercoledì 19 dicembre 2018

"Antropolaroid" di e con Tindaro Granata al Teatro di Rifredi

15-12-2018
Sabato 15 dicembre 2018, alle ore 21.00, al Teatro di Rifredi a Firenze (via Vittorio Emanuele II, 303) sarà in scena lo spettacolo "Antropolaroid" di e con Tindaro Granata.

Nella scorsa stagione il Teatro di Rifredi ha avuto il piacere di ospitare Tindaro Granata - una delle più originali presenze del nuovo teatro italiano - con il suo toccante "Geppetto e Geppetto". Quest'anno gli viene dedicato un doppio omaggio con questo spettacolo autobiografico e con la sua applaudita interpretazione ne "La bisbetica domata". In "Antropolaroid" Tindaro, straordinario, da solo in scena, racconta di generazioni di nonni, padri, amici, mafiosi, soldati americani, emigrati e di una terra, la Sicilia, da cui allontanarsi con il proposito di andare a Roma, diventare attore, fare del cinema… e ritrovarsi a fare il cameriere.
Definire "Antropolaroid" non è semplice, con quel titolo che fonde insieme la ricerca antropologica con lo scatto fotografico, la memoria trattenuta nell’immagine e il racconto tramandato, vissuto profondamente. A oggi non c’è nulla di paragonabile al lavoro originalissimo di Granata. Forse dovremmo chiamare in causa Charlie Chaplin o semplicemente un lavoro sull’immaginazione, la musica, la memoria. Ma la novità di questo spettacolo sta anche nell’utilizzo di una antica tecnica siciliana, quella del “cunto”, che però qui viene scomposta e il meccanismo del racconto viene sostituito dalla messa in scena dei dialoghi tra i personaggi del racconto; non vengono narrati i fatti, ma i personaggi parlano tra di loro dando vita alla storia.
"Antropolaroid", è uno spettacolo di cupa bellezza, struggente, attraversato da un’inquietudine dolorosa, dove a tratti si coglie ugualmente, amaramente, l’occasione di ridere per la caratterizzazione dei personaggi e il loro rapido susseguirsi sulla scena, e dove si resta stupiti per l’abilità dell’attore nel trasformarsi.

Per ulteriori informazioni: www.teatrodirifredi.it