Home > Webzine > Teatro & Danza > La democrazia del corpo: "Strapiombi e crepacci" di Daniele Ninarello al Cango
martedì 18 giugno 2019

La democrazia del corpo: "Strapiombi e crepacci" di Daniele Ninarello al Cango

23-11-2018
Venerdì 23 novembre, alle ore 21.00, viene presentata al Cango (via S. Maria, 25) la creazione site specific "Strapiombi e crepacci", esito del percorso di trasmissione condotto da Daniele Ninarello con un gruppo di 17 danzatori in residenza creativa per una settimana.

«Il percorso di creazione è nato dalla volontà di interrogare il corpo e le sue possibilità di investigare nuove modalità di interazione tra l’Io e il Noi. Assecondando un sistema di movimento allocentrico in contrapposizione a quello egocentrico, si esplorerà l'alternanza tra un corpo intimo e un corpo aperto, tra una dimensione in cui il corpo è isolato in un buio proprio e una dimensione in cui si apre per unirsi a una collettività. L’obiettivo è creare uno spazio in cui condividere diverse pratiche volte a stimolare la concentrazione e l'attenzione come tools a disposizione dei danzatori, per arrivare a generare un sistema coreografico cooperativo e in continua evoluzione, a partire dal nostro modo di percepire in questa alternanza».
Daniele Ninarello

L'incontro fa parte del Festival “La democrazia del corpo” che intende aprire degli spazi di riflessione e di vissuto sull’esperienza del corpo. Il programma assume dunque l’aspetto di un cammino dove lo spettatore, insieme agli artisti, intraprende un viaggio di sensibilizzazione. Cango, lo spazio in via Santa Maria, accoglierà spettacoli, performance e pratiche che saranno messe in relazione con alcuni territori di Firenze che in questi ultimi anni hanno assunto una funzione di ricamo e di rigenerazione di energie creative: PIA Palazzina Indiano Arte, il nuovo spazio nel Parco delle Cascine dove continueranno a sviluppare percorsi ed esperienze sulla relazione tra l’uomo e la natura; Cantieri Culturali Isolotto, con la Galleria Isolotto/Spazio d’arte, dove saranno proposte esposizioni e modi “artigianali” di rigenerare i luoghi e il territorio. Le residenze degli artisti rappresentano dunque quel tempo dell’abitare dove è possibile scambiare pratiche, spettacoli, luoghi e performance pensati appositamente per gli spazi del festival.

Ingresso: 5€ biglietto unico.

Info e prenotazioni: tel. 055 2280525 biglietteria@virgiliosieni.it  www.virgiliosieni.it