Home > Webzine > Teatro & Danza > Danza, arte, acrobazia e illusionismo in "The Magic of Light" di Anthony Heinl al Teatro Verdi
venerdì 23 agosto 2019

Danza, arte, acrobazia e illusionismo in "The Magic of Light" di Anthony Heinl al Teatro Verdi

21-02-2019

Una formula estremamente efficace di spettacolarità che unisce l'arte, la danza e le doti acrobatiche dei ballerini con collisione pop di esperienze divergenti: giovedì 21 febbraio 2019, alle ore 20.45, al Teatro Verdi di Firenze sarà in scena "The Magic of Light" con la coreografia e direzione artistica di Anthony Heinl dell'eVolution dance theater, realizzata insieme a Nadessja Casavecchia.

Fondata a Roma nel 2008 dall’artista americano Anthony Heinl (già membro di Momix), la compagnia eVolution dance theater deve la sua fama alla creazione di performance innovative e, grazie al sapiente mix fra tecnologia ed arte, crea esperienze visive uniche e coinvolgenti con spettacoli che affascinano e ipnotizzano il pubblico, in Italia e all’estero, riscuotendo grandissimo successo in paesi quali Brasile, Colombia, Israele, Grecia, Hong Kong, Macao.

Anthony Heinl debutta sui palcoscenici di musical in giovanissima età, e prima dei suoi 20 anni recita in più di 30 produzione musicali in ruoli anche da protagonista come nel Musical Jesus Christ Superstar del Tour Nord America. Dopo un anno alla facoltà di Chimica e Fisica, e un anno all’estero a lavorare in una vineria della Loire Valley in Francia ritorna agli Stati Uniti e al Teatro. Ha frequentato il prestigioso Boston Conservatory di Musica , Danza e Teatro, dove riceve la Jan Veen Award per l’eccellenza nel maggio 2001. In seguito riceve anche una borsa di studio per il Jacob’s Pillow Dance festival e il Paul Taylor Winter Workshop a Angelin Preljocaj, David Parsons, Lachine, Peter Anastos, Martha Graham.  Nel 2001 entra a far parte dei Momix. Danza in Lunar Sea, SunFlowerMoon, OpusCactus, Momix in Orbit, Best of Momix, Momix Classics and Supermomix in tour mondiali di oltre 1500 spettacoli che includono Australia, Austria, Belgio, Brasile, Cina, Canada, Cile, Dubai, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Italia, Macau, Nuova Zelanda, Singapore e Stati Uniti.  Assiste Moses Pendleton nella creazione di Sun Flower Moon e Lunar Sea e rimane nella compagnia per 6 anni.  Nel 2006 si trasferisce definitivamente in Italia dove, in collaborazione con Emiliano Pellissari dei “NO Gravity“e Gianni Melis dei “Momix” lavora sia come danzatore, assistente alla coreografia e regia di scena allo spettacolo Comix (Teatro Parioli Roma). Nel 2007 lavora alla creazione e danza nel nuovo spettacolo “Why” di Daniel Ezralow. Nel 2008 va in scena con la sua prima produzione teatrale al Teatro Rossini a Roma, che segna l’inizio della eVolution dance theater. Nel 2009 viene chiamato dal Maestro Vladimir Derevianko, direttore artistico del MaggioDanza di Firenze, per curare la nuova produzione “FireFly“, di cui ottime sono state le recensioni.
Riveste, in eVolution dance theater, il multiplo ruolo di Direttore Artistico, Coreografo, Danzatore, Ideatore Scenografie e Costumi.

Per ulteriori informazioni: www.teatroverdifirenze.it