Home > Webzine > Teatro & Danza > "Kin", omaggio all’antica arte giapponese del Kintsugi al Conventino Caffè Letterario
domenica 25 luglio 2021

"Kin", omaggio all’antica arte giapponese del Kintsugi al Conventino Caffè Letterario

21-07-2021
Teatro, musica e artigianato nel chiostro del Conventino Caffè Letterario (Via Giano della Bella, 20 - Firenze) per un omaggio all’antica arte giapponese del Kintsugi. Mercoledì 21 luglio 2021, alle 20.30, andrà in scena “Kin, il mistero della fragilità”, spettacolo ideato e organizzato dalle allieve del Master in Management degli Eventi dello Spettacolo dell’Istituto per l’Arte e il Restauro “Palazzo Spinelli” di Firenze.

Il progetto costituisce il momento conclusivo del percorso formativo in cui le studentesse (Elisa Broccoletti, Joel Colucci, Elena Ferrante, Alessandra Frappampina, Chiara Ottaiano, Anna Pesce, Nicole Tammetta) hanno la possibilità di mettere in pratica le competenze di organizzazione e gestione dello spettacolo dal vivo acquisite nel periodo di studio.

"L’evento - spiegano le allieve - è ispirato all’antica arte giapponese del kintsugi e nasce dalle riflessioni sul periodo appena trascorso, condivise in una prima fase di lezioni a distanza e seguite da un laboratorio di progettazione in presenza a Firenze. La pratica del kintsugi (da kin -oro e tsugi -riparare), consiste nel ricomporre oggetti di ceramica rotti tramite l’utilizzo di oro o argento liquido, per dare loro nuova vita, valorizzandone l’unicità. Quest’arte ci invita a cambiare il nostro modo di guardare le fratture e le cicatrici interiori: la ricomposizione dei frammenti può dare origine a nuova vita, offrendoci una potente chiave di lettura su questo momento storico che ci ha posti faccia a faccia con le nostre incertezze, imperfezioni e fragilità".

Attraverso teatro, musica e artigianato, lo spettacolo intende offrire una riflessione sul mistero che si cela dietro la capacità di trovare nelle crepe la forza per ricostruire e rinascere assumendo forme nuove e uniche.

In scena Luca Pedron, attore della Compagnia “I Nuovi di Firenze”, che leggerà testi di Stefano Benni, Erica Francesca Poli e Langston Hughes, accompagnato dalle note del duo Sudden Rupture, composto da Davide Strangio (chitarra ed effettistica) e Eros Terzuoli (sassofono). L’artigiana Umi Amanuma, specializzata nell’arte del Kintsugi, impreziosirà la performance con una dimostrazione dell’antica arte giapponese.

Fondamentale per la realizzazione del progetto è stata l’ampia partecipazione alla campagna di crowdfunding sulla piattaforma online Eppela, a cui è ancora possibile aderire fino a giovedì 22 luglio.

L’evento è promosso da Palazzo Spinelli, con il patrocinio del Comune di Firenze e con la collaborazione del Conventino Caffè Letterario Arte e Artigianato, Associazione Città Sostenibile e Artex. Il progetto si è avvalso della partnership di Nova Radio Città Futura e FUL Magazine ed è stato realizzato con il sostegno di MARC Srls, Bici Frec, Berwich, Alla Vecchia Bettola, Momo Vintage.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria su Eventbrite.