Home > Webzine > Teatro & Danza > "Terra. Oklahoma by and by" di Matteo Pecorini al Teatro Il Progresso di Firenze
giovedì 06 ottobre 2022

"Terra. Oklahoma by and by" di Matteo Pecorini al Teatro Il Progresso di Firenze

24-09-2022
Sabato 24 settembre 2022, alle ore 21.30, arriva in prima nazionale lo spettacolo "Terra. Oklahoma by and by" di Matteo Pecorini, in scena con il musicista Tommaso Ferrini, per l'apertura della nuova stagione del Teatro Il Progresso di Firenze (via Vittorio Emanuele II, 135).

Pecorini, autore e interprete, si ispira ai romanzi e ai racconti di John Steinbeck (Furore, I pascoli del cielo…), germogliando al tempo presente nel portare sulla scena i sentimenti dell’uomo contemporaneo nel fronteggiare crisi economiche e sociali e le questioni mai risolte dello sfruttamento del lavoro, della migrazione, della lotta di classe…in uno scenario a tratti onirico. Quattro monologhi, o meglio, quattro personaggi che descrivono il proprio personale rapporto con la terra, attraverso gli occhi del figlio che racconta del proprio padre. La terra ogni volta narrata è allora una terra personale, intima, di generazione in generazione: c’è chi la lavora, chi la percorre in libertà, chi la canta con il bicchiere in mano, chi non ha avuto il tempo per camminarci sopra abbastanza. E chi, infine, sulla terra viene mandato a stabilire linee e confini: colui che abita tra terra e cielo, e decide chi potrà stare, e chi dovrà partire. Impreziosito dalle musiche originali di Tommaso Ferrini, "Terra. Oklahoma by and by" si struttura allora come un piano sequenza tra diverse epoche, che riallaccia i fili con una tradizione le cui storie, ancora oggi, sembrano scontrarsi con una realtà apparentemente inscalfibile. Da questi fili, la trama che s’intesse è una provocazione e un atto di accusa, ma anche comprensione, sogno e consapevolezza: “…che domani, qualcuno come te, potrebbe alzarsi in ritardo e perdere la propria quotidiana occasione di lavorare per vivere. Dopotutto, è il 1929!

Lo spettacolo - afferma l’autore - è un viaggio nei nostri anni, uno sguardo sui paradigmi che ancora ci portiamo dietro dal ‘900 e che condizionano tuttora la nostra vita. È un tentativo di dare voce e corpo a vecchi fantasmi che non trovano pace e che ogni tanto si ripresentano, trovandoci di anno in anno più disillusi. L’Oklahoma di cui parliamo è la terra dove nascono privazioni e sfruttamento, è il luogo delle sconfitte, è la Genova del 2001, ma è anche il luogo dei sogni e delle speranze proiettate verso il futuro, verso una Terra in grado di ospitare tutti. È, infine, il tentativo di chiudere una volta per tutte con il secolo scorso, per consegnarci al futuro.”

Matteo Pecorini si forma e lavora per un decennio con la compagnia Chille de la balanza, con cui termina nel 2022 il proprio rapporto lavorativo. Autore e attore di spettacoli di ricerca e di narrazione, nel 2022 realizza Con/fini d’estate, la sua prima rassegna di eventi culturali insieme a Matteo Brighenti, all’interno di un progetto di rigenerazione urbana, a Sant’Angelo Vico l’Abate (San Casciano VdP).

Tommaso Ferrini, polistrumentista laureato al Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara e compositore da sempre attento alla musica per il teatro. Autore di numerosi accompagnamenti musicali negli spettacoli teatrali, è insegnante presso la Scuola di Musica di Fiesole e porta avanti un progetto sociale di musica orchestrale inclusiva collaborando con i principali enti fiorentini.

Per maggiori informazioni: www.circoloilprogresso.it