Home > Webzine > A lezione dai grandi chef: Stefano Umberti alla Scuola Cordon Bleu
mercoledì 20 novembre 2019

A lezione dai grandi chef: Stefano Umberti alla Scuola Cordon Bleu

21-02-2019

Giovedì 21 febbraio 2019, dalle ore 19 alle 22, arriva il secondo appuntamento con A lezione dai grandi chef, ciclo di incontri, organizzato dalla Scuola di Arte Culinaria “Cordon Bleu”, con rinomati chef stellati, tutti operanti in realtà del territorio toscano. Dopo la prima lezione con Maria Probst, chef dello storico ristorante “La Tenda Rossa” di Cerbaia in Val di Pesa, sarà la volta di Stefano Umberti, sous chef del Ristorante Il Palagio dell'hotel Four Seasons di Firenze insignito di una stella Michelin, che insegnerà la preparazione di un brunch che fonde la tradizione anglosassone con il pranzo della domenica, la convivialità per eccellenza.

A lezione dai grandi chef  è ideato da Cristina Blasi e Gabriella Mari, anime e fondatrici delCordon Bleu”, una scuola che da trentatré anni persegue l’intento di combinare al meglio tradizione e innovazione nella scienza culinaria. L’unione di competenze complementari - l’interesse sempre vivo di Cristina nel seguire l’evoluzione dell’arte di cucinare e delle nuove tecniche, da un lato, e l’inesauribile curiosità di Gabriella per gli aspetti storici, culturali e tradizionali della gastronomia, dall’altro - è il valore aggiunto di questa accademia culinaria fiorentina, che continua a sapersi differenziare dalle altre scuole di cucina. Nonostante cambiamenti ed evoluzioni, infatti, il “Cordon Bleu” è riuscito a mantenere saldo il principio di puntare alle cose concrete, senza perdersi in effetti speciali, facendo propria una filosofia riassumibile nell’inversione di un noto detto: “molto arrosto e poco fumo”.

Ed è al confine tra tradizione e innovazione che si muove questo nuovo ciclo di lezioni: accompagnati dalla guida sapiente di chef gourmet, i partecipanti avranno modo di percorrere non solo sentieri già noti a qualsiasi palato, apparentemente scontati, ma anche quelli meno battuti e sperimentali. Nei prossimi incontri, martedì 26 febbraio, si parlerà di pizza, un alimento ormai parte integrante della dieta mediterranea sul quale sembrerebbe non esserci più nulla da scoprire, ma Paolo Pannacci, chef de Lo Spela del Ferrone in Chianti, mostrerà come possa essere ancora un prodotto sempre nuovo ed originale grazie alla continua sperimentazione di farine, lieviti, impasti e condimenti. Martedì 5 marzo, toccherà a Filippo Saporito, chef del ristorante stellato Michelin “La Leggenda dei Frati” nel complesso di Villa Bardini, parlare del suo modus vivendi che previlegia una cucina semplice ed etica allo stesso tempo, attenta alla selezione delle materie prime. Stefano Pinciaroli, chef del ristorante PS di Cerreto Guidi, venerdì 8 marzo si soffermerà sulle ricette molecolari, per familiarizzare con gli addensanti e l’uso del sifone mentre, lunedì 25 marzo, sarà la volta di Marco Ottaviano, maestro gelataio e docente al “Cordon Bleu”. Il giovane chef del “Gurdulù”, nel cuore di Santo Spirito, Gabriele Andreoni, martedì 26 marzo, terrà invece una lezione sulle Erbe in cucina. Il ciclo chiude mercoledì 3 aprile con lo chef Paolo Gori della storica Trattoria “Da Burde”, che persegue nel segno della tradizione popolare toscana con ricette, anche meno note, che si tramandano di generazione in generazione.

Un ciclo di lezioni che rispettano da un lato il filo conduttore dei corsi sia accademici che amatoriali, insegnare la cucina come cultura, come un qualcosa che si ha dentro e che si sente l’impulso a far venire alla luce, e dall’altro seguono il principio per cui cucinare è un’arte, capace in quanto tale di emozionare sia chi la vive attivamente che passivamente. Del resto, proprio perché si tratta di un’arte, è a degli artisti che si darà la parola: non è forse un’arte plasmare materia prima così da trasformarla in qualcosa di invitante per tutti i sensi?

Per informazioni, iscrizioni e costi www.cordonbleu-it.com