Home > Webzine > Al via il bando "Allestimenti artistici per il nuovo Centro culturale di Novoli"
mercoledì 28 ottobre 2020

Al via il bando "Allestimenti artistici per il nuovo Centro culturale di Novoli"

09-07-2020
È aperto il bando "Allestimenti artistici per il nuovo Centro culturale di Novoli", collocato all’interno del complesso San Donato al piano primo e secondo dell’edificio principale di Proprietà della società Immobiliare Novoli.

Al primo piano ha una consistenza di circa 1300 mq di cui 800 costituiti da un salone a triplo volume con al centro sei pilastri in cemento armato di circa 70 cm di lato con altezza libera di circa 10 ml, essendo la parte sommitale (1,5 ml) inserita in un sistema di baffle acustici. Al secondo piano il centro è completato da due sale per ulteriori 740 mq; la superficie totale è quindi 2040 mq. Il piano secondo, fisicamente distinto dal primo, prospetta sul salone con una facciata interna che, seppur insonorizzata, garantisce un costante rapporto visivo fra le due parti della struttura. Il piano primo, denominato Centro Giovani (5/13 anni), verrà affidato al termine dei lavori a soggetti esterni al Comune di Firenze, destinatario finale della struttura; mentre il piano secondo, definito Centro Culturale, è previsto sia gestito direttamente dall’Amministrazione Comunale. Il volume interno, comune ai due spazi, sarà conservato nella sua originale tripla altezza e la sua grande superficie sarà attrezzata, comprese predisposizioni elettriche ed informatiche, per consentire eventuali installazioni ed usi pubblici che lo connoteranno come una vera e propria piazza. Per rimarcare la funzione di “piazza pubblica” un ulteriore elemento di qualificazione sarà rappresentato dall’inserimento di allestimenti artistici che utilizzeranno come supporto i sei pilastri del salone principale al piano primo.

La scelta delle proposte di allestimento scaturirà da una selezione di idee, che va intesa come un’occasione di partecipazione della collettività alla realizzazione del Centro Culturale. A questo si aggiunge l’esplicita volontà di collocare nella nuova struttura, e particolarmente nella piazza interna, significative testimonianze della contemporaneità.

Si auspica l’inserimento di sei differenti allestimenti capaci di rappresentare e dialogare con la complessità e la stratificazione della società contemporanea; la partecipazione è aperta a tutti purché residenti in Italia e maggiorenni.

La proposta dovrà essere di dimensioni ragionevolmente contenute in larghezza (sicurezza e stabilità) ma potrà essere estesa all’altezza dell’intero pilastro. E’ possibile inserire nella proposta apparecchiature elettriche ed informatiche anche a vista; è però sconsigliato l’uso di tubazioni idriche visto che il pilastro più lontano è collocato a oltre 30 metri dalla possibile adduzione e relativo scarico.

Il gestore della selezione è la ditta AR.CO. lavori, titolare del contratto di appalto.

I contenuti premianti da inserire nella proposta saranno riferiti a: originalità, fattibilità e contestualizzazione.

Ogni singola persona (o gruppo) potrà, di norma, partecipare con 1 progetto per un solo pilastro. E’ comunque consentito candidare, in alternativa, 1 proposta estesa a tutti e 6 i pilastri. Questo per favorire la possibilità di eccezionali e peculiari opere di evidente pregnanza. E’ inoltre ammesso che 6 differenti candidati (o gruppi) si associno per presentare 6 differenti idee / proposte coordinate fra loro.

Il riconoscimento economico dell’idea presentata e della sua realizzazione è da intendersi ricompreso nella cifra omini comprensiva di 6.500 euro (esclusa IVA ed oneri di legge). Nel caso di vittoria di un unico candidato (o gruppo) autore di un’unica proposta estesa a tutti e 6 i pilastri il compenso sarà di 29.000 euro (esclusa IVA ed oneri di legge) e di 39.000 euro (esclusa IVA ed oneri di legge) nel caso di 6 differenti candidature coordinate fra loro. Anche nell’eventualità di candidature collettive dovrà essere comunque nominato un capogruppo.

I candidati avranno tempo fino al 31 luglio 2020 per presentare quanto richiesto.
La consegna potrà avvenire a mano, entro le ore 12 del giorno di scadenza, direttamente presso l’impresa appaltatrice AR.CO. lavori via Carlo Bertocchi n.4 50127 Firenze o tramite posta e/o corriere a completo rischio del concorrente (varrà comunque la data della timbratura di invio).

Per consultare il bando e per i quesiti relativi, è possibile inviare una mail all’indirizzo info.bando@ipilastrinovoli.it.
Le domande dovranno pervenire entro il 24 luglio 2020 e le relative risposte saranno pubblicate entro 48 ore dal ricevimento sul sito www.ipilastrinovoli.it nella sezione “contatti e quesiti”.