Home > Webzine > Toscana: boom di imprese straniere
giovedì 08 dicembre 2022

Toscana: boom di imprese straniere

25-05-2009
Sono 18.933, per il 54.9 % artigiane, le imprese con titolare straniero presenti in Toscana che si conferma la quarta regione italiana più rappresentativa per l’imprenditoria straniera, dopo Lombardia (37.147), Emilia Romagna (20.316) e Piemonte (19.083). Firenze, invece, si piazza al quinto posto tra le province italiane, dopo Milano, Roma, Torino e Brescia, forte delle sue 5.116 imprese a guida straniera, per il 40.2% artigiane e per il 18.2 % femminili. Questi alcuni dei dati emersi dal “Rapporto sull’imprenditoria straniera” redatto dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Firenze, anche su dati della Fondazione Ethnoland, del Dossier Caritas/Migrantes e di Unioncamere che fotografano la situazione al giugno 2008. In Toscana l’imprenditoria straniera sembra conoscere una crescita senza tregua: +27.24% nel 2004, +45,31% nel 2005, +49.17% nel 2006, +13.9% nel 2007 e +23.2% nel 2008. Gli imprenditori stranieri in Toscana sono per il 26.5% cinesi, per il 19.3% albanesi, per il 16.8% romeni, per l’11% marocchini, seguiti da senegalesi, tunisini, iugoslavi, pakistani, nigeriani, bangalesi, ucraini. Si occupano di costruzioni (43.4%), tessile-abbigliamento-calzatura (20.08%), commercio (22.3%), agricoltura (3.3%), servizi professionali (2.6%), trasporti (2.2%), alberghi e ristorazione (0,9%), servizi personali (0,6%).