Home > Webzine > Ciclomotori: è entrato in vigore il patentino
domenica 27 novembre 2022

Ciclomotori: è entrato in vigore il patentino

01-07-2004
E' in vigore (da giovedì 1° luglio) il patentino per i ciclomotori. Sono 290.000 i ragazzi, tra i 14 ed i 18 anni, che hanno già in tasca il patentino. 442.870 i patentini emessi fino ad ora, 9.528 i candidati risultati assenti, 100.027 i giovani bocciati. Gli esami proseguiranno anche a luglio, molte le scuole che hanno programmati esami nei prossimi giorni ed i 3.500 esaminatori della Motorizzazione civile continuano a lavorare a pieno ritmo. 400.000 i giovani che resteranno fuori, e non potranno circolare perchè sprovvisti di patentino. 

Chi trasgredisce incappa in multe salatissime: ammenda di 516 euro e fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni. E, in caso di recidiva, la cifra lievita a 2.065 euro. Per chi ha fretta, e magari sperava in uno slittamento dei termini, non resta che rivolgersi alle autoscuole. E in questo caso il costo dell'esame va da 180 euro fino a punte di 250-300 euro, secondo le associazioni degli utenti. Insomma, un ulteriore salasso per le già tartassate famiglie, di 180 milioni di euro.

L'esame per il patentino, obbligatorio dal 1° luglio prossimo, non è una passeggiata e se ne sono accorti molti ragazzi fiorentini. In Toscana la media dei bocciati è tra il 35 ed il 40%. La prova per il patentino prevede 10 quiz, tre affermazioni per ogni domanda e si deve rispondere vero o falso, gli errori ammessi sono 4, al quinto vengono esclusi dall'esame e dovranno ripetere tutto il corso. In tanto nelle scuole si insegna il codice della strada nelle scuole. In Italia sono quasi 1 milione le richieste, finora sono stati rilasciati 40mila patentini. In Toscana sono circa 60mila i giovanissimi candidati ed il calendario dei test organizzati dalle motorizzazioni è coperto sino a fine luglio per 8.100 candidati, tutti gli altri circa 4.000 dovranno aspettare sino a settembre. L'obiettivo del patentino è responsabilizzare il patentino alla guida e diminuire il numero degli incidenti.