Home > Webzine > Convegno in Palazzo Vecchio sui 100 anni di esperanto in Italia
sabato 06 giugno 2020

Convegno in Palazzo Vecchio sui 100 anni di esperanto in Italia

19-03-2010
Cento anni di esperanto in Italia: per relazioni tra i popoli più giuste e più pacifiche”. È questo il titolo del convegno che si terrà sabato 20 marzo nel Salone de’Dugento a Palazzo Vecchio. Oltre ai saluti del sindaco di Firenze, del presidente del consiglio comunale e di altre autorità cittadine, il convegno vedrà la partecipazione del professor Renato Corsetti, presidente della Federazione Esperantista Italiana, e gli interventi dei professori Massimo Rizzardini e Paolo Valore (Università di Milano), Federico Gobbo (Università dell’Insubria), Nicola Minnaja (Comitato Allarme Lingua) e Fabio Bettani (Gioventù Esperantista Italiana). “Nonostante i molti luoghi comuni che circondano l’esperanto – ha dichiarato nella conferenza stampa di presentazione del convegno il professor Corsetti – questa lingua è in continua espansione nel mondo, ed ha ricevuto nuovo impulso, negli ultimi anni, grazie a internet. Tantissimi giovani, semplicemente digitando “esperanto” e avviando una ricerca, trovano molti corsi che è possibile seguire attraverso la rete, e acquisiscono così i primi rudimenti della lingua, nata alla fine dell’800 come strumento linguistico comune a tutti gli europei”. Il presidente del consiglio comunale ha ricordato “la tradizione che vede Firenze, la città dell’Accademia della Crusca, in prima fila nel sostenere lo sviluppo dell’esperanto”. Nel corso del convegno, che si svolgerà dalle 9 alle 14, con ingresso libero, nel Salone de’Dugento, saranno trattati temi che vanno dal confronto tra avanguardia e tradizione, “idee, immagini e parole all’alba del Novecento” ai risultati di un’inchiesta sulle lingue straniere nel linguaggio dei giovani fino a uno sguardo sulle prospettive future dell’esperanto, guardando ai secondi cento anni della lingua in Italia.

(fonte: Ufficio Stampa del Comune di Firenze)