Home > Webzine > Quartiere 2: commemorazione dell’eccidio del 22 marzo 1944
martedì 19 novembre 2019

Quartiere 2: commemorazione dell’eccidio del 22 marzo 1944

22-03-2010
Cinque giovani tra i venti e i ventitre anni vennero fucilati dai nazifascisti a Campo di Marte il 22 marzo 1944. Antonio Raddi, Guido Targetti, Leandro Corona, Ottorino Quiti e Adriano Santoni furono uccisi per essersi rifiutati di imbracciare le armi per la repubblica di Salò. Sessantasei anni dopo istituzioni e cittadini li hanno ricordati  con una solenne cerimonia commemorativa, organizzata lunedì 22 marzo, dal Quartiere 2 e dal comune di Firenze al sacrario dello stadio Artemio Franchi. La manifestazione si è aperta con l’intervento del presidente del Quartiere 2, che ha espresso soddisfazione per la presenza di tanti giovani: “E’ importante che la scuola aiuti i nostri ragazzi a conoscere le loro radici. Quando varchiamo i cancelli di questo stadio, oggi luogo di divertimento e di svago, non dobbiamo mai scordare la tragedia di cui esso fu teatro durante la guerra.” Hai poi ricordato che ai cinque martiri il presidente Napolitano ha concesso nel 2008 la medaglia d’oro al merito civile. Per le istituzioni sono intervenuti anche la consigliera Maria Federica Giuliani in rappresentanza del comune di Firenze e il vicesindaco di Vicchio, da cui provenivano quattro dei cinque ragazzi assassinati. Hanno preso la parola anche Cristina Berlincioni, nipote del giustiziato Guido Targetti, Mario Leone della Federazione regionale delle associazioni antifasciste e della Resistenza, Alberto Alidori, vicepresidente dell’Anpi e Alessandra Povia Zani, autrice del docufilm sul massacro “Ragazzi come noi” : erano presenti anche l’assessore provinciale alla pubblica istruzione e rappresentanti della Regione e dei comuni di Bagno a Ripoli, Borgo San Lorenzo, Fiesole, Pontassieve, Sesto Fiorentino e Rufina nonchè numerosi studenti delle scuole medie e superiori di Campo di Marte e di Vicchio.