Home > Webzine > Mani Tese cerca volontari per la campagna ''Molto più di un pacchetto regalo!''
mercoledì 13 novembre 2019

Mani Tese cerca volontari per la campagna ''Molto più di un pacchetto regalo!''

24-12-2010

Dal 4 al 24 dicembre l'associazione Mani Tese sarà presente in circa 40 librerie La Feltrinelli di tutta Italia proponendo ai volontari un’azione a sostegno della sovranità alimentare nel Sud del mondo, inteso anche come diritto a gestire le proprie risorse e a decidere le proprie politiche agricole ed alimentari. "Molto più di un pacchetto regalo!" è un’iniziativa volta a sensibilizzare la clientela Feltrinelli sulle tematiche riguardanti la fame e gli squilibri tra Nord e Sud del mondo e a raccogliere fondi per sostenere l’impegno di Mani Tese attraverso i progetti di cooperazione nel Sud del mondo e le iniziative in Italia.

La proposta di volontariato che fa Mani Tese riguarda la possibilità per ciascuno di dedicare un po’ del proprio tempo libero all’iniziativa partecipando, dal 4 al 24 dicembre, ad almeno un turno di circa 4 ore in una delle librerie presso cui Mani Tese promuoverà l’iniziativa “Molto più di un pacchetto regalo!”. Durante ogni turno i volontari realizzeranno i pacchetti regalo dei clienti Feltrinelli, distribuiranno il materiale informativo sull’Associazione e sulla Campagna per la Sovranità alimentare e inviteranno i clienti Feltrinelli a sostenere liberamente con un’offerta il lavoro di Mani Tese in Italia e nel Sud del mondo.

Mani Tese è mossa dalla consapevolezza che la fame e la povertà sono il frutto di politiche commerciali ed economiche di sfruttamento ben precise e che le risposte da parte degli organismi internazionali anziché risolvere il problema ne accentuano le conseguenze. Oggi la fame e la miseria sono ancora un dramma che colpisce un miliardo e 200 milioni di persone nel mondo e nuove e vecchie cause concorrono a rafforzare un fenomeno che secondo le intenzioni dei governi della Terra dovrebbe essere debellato entro il 2015. Ma non sarà così: ogni anno, infatti, aumentano le persone che la nuova crisi alimentare globale ha spinto nella spirale della fame. La maggioranza di loro vive nei Paesi poveri e nelle aree rurali e subisce le politiche di liberalizzazione economica e gli accordi commerciali imposti da organismi internazionali quali il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale, che come unico effetto hanno quello di affossare sempre di più economie già impoverite e al collasso. Mani Tese ha sempre sostenuto che la fame e la povertà sono strettamente legate al modello economico neoliberista, che viene permesso anche dalle scelte di consumo dei cittadini del Nord del mondo e dal mantenimento di uno stile di vita caratterizzato dallo spreco delle risorse e dei beni, dalla creazione strumentale di bisogni e dalla lievitazione dei consumi superflui. Ognuno di noi può invece consumare in modo da essere sostenibile, per la giustizia mondiale, per l’ambiente, per la salvaguardia dei diritti di tutte le persone.

Per aderire all'iniziativa come volontario:
telefono: 02/4075175
e-mail: volontari@manitese.it
sito web: www.manitese.it