Home > Webzine > Pista di pattinaggio sul ghiaccio al Parterre fino al 9 gennaio
lunedì 18 novembre 2019

Pista di pattinaggio sul ghiaccio al Parterre fino al 9 gennaio

30-11-2010
Si avvicinano le festività natalizie e a Firenze torna la pista di pattinaggio sul ghiaccio allestita al Parterre fino al 9 gennaio. Un appuntamento ormai classico per la città, che dal 1996 ad oggi ha visto la struttura prima in Santa Croce e poi nella sede attuale con una affluenza altissima di pattinatori, non solo giovani. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione “Il Fiorino” di Cristina Cherici in collaborazione con l'assessorato allo sport del Comune di Firenze e con Firenze Parcheggi, che gestisce l'area dove viene allestita la pista. Saranno presenti con varie iniziative associazioni del territorio: l’Associazione LUS per la ricerca ed il sostegno dei malati di Lupus, l’Associazione Mario Rossi per la ricerca sulle malattie autoimmuni e la Fondazione Giovanni Paolo II impegnata soprattutto nell’area del Medio Oriente per la costruzione di ospedali, scuole e centri di accoglienza. L’impianto, costituito da una pista di 30 metri per 20, è capace di ospitare 200 pattinatori per volta e viene refrigerata da un grande generatore in grado di mantenere la temperatura costante a –10°. La pista di pattinaggio sul ghiaccio potrà essere usufruibile con il noleggio dei pattini al costo (invariato rispetto allo scorso anno) di 6 euro, in orario 9-20 e 21-24 (il venerdì, sabato e domenica chiusura alle 1). Per le scuole dal lunedì al sabato l’orario sarà dalle 8 alle 14, con accesso consentito solo se accompagnati dai propri insegnanti, al costo di 4 euro. Per prenotazioni 335/6749849. L’area è facilmente raggiungibile con autobus, navette da e per il centro storico e dispone di un grande parcheggio. Il giorno di Natale sarà dedicato ai più piccoli, che saranno accolti all’ingresso della pista da Babbo Natale, mentre nella notte di San Silvestro si brinderà all’arrivo del nuovo anno e il giorno dell’Epifania arriverà anche la Befana.

(fonte: Ufficio Stampa del Comune di Firenze)