Home > Webzine > ''Illumina il riciclo'', la campagna sulla raccolta delle lampadine esauste
mercoledì 20 novembre 2019

''Illumina il riciclo'', la campagna sulla raccolta delle lampadine esauste

24-02-2012

La lampadina non funziona più e dovete sostituirla? Non gettatela via senza pensarci, è un rifiuto speciale e se viene disperso nell’ambiente può inquinare molto. A suggerirvi cosa è meglio fare saranno Legambiente ed Ecolamp (il Consorzio per il recupero e lo smaltimento delle sorgenti luminose a basso consumo esauste), che questo week end dal 24 al 26 febbraio 2012 porteranno davanti a centri commerciali e supermercati la prima edizione di "Illumina il riciclo", la campagna di sensibilizzazione sulla raccolta delle lampadine a basso consumo esauste.

In provincia di Firenze l'appuntamento per ricevere informazioni sulla raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, rifiuti che contengono componenti tossiche ma possono essere riciclati fino al 95%, e non solo è per sabato 25 febbraio, al negozio Coop Val di Sieve di Pontassieve dove per tutto il giorno i volontari presidieranno il banchino informativo all'interno del punto vendita fornendo informazioni e indicazioni sullo smaltimento delle lampadine a basso consumo.

Tra le modalità previste dalla legge, ad esempio, c’è il cosiddetto sistema "uno contro uno", entrato in vigore il 18 giugno 2010, in base al quale si può consegnare la vecchia lampadina esausta direttamente al negozio dove se ne acquista una nuova. Sarà cura del rivenditore conferirla poi nel luogo adeguato allo smaltimento. Per il cittadino l’alternativa al nuovo acquisto è quella di portare la lampadina direttamente nelle isole ecologiche comunali dove ci sono gli appositi contenitori. Le isole ecologiche in tutt’Italia sono 3200 di cui Ecolamp ne presidia circa 1700. Per facilitare i consumatori il Consorzio ha sviluppato anche un’applicazione per smartphone e tablet, l'Isola che c'è, scaricabile dal sito www.ecolamp.it, che consente la ricerca del centro di raccolta più vicino. Per gli installatori e i manutentori invece Ecolamp ha ideato alcuni servizi specifici, organizzando dei punti di raccolta convenzionati (i Collection Point) dove poter conferire direttamente e senza costi qualsiasi quantitativo di lampade esauste, oppure, per quantità oltre i 100 kg di sorgenti luminose esauste, il servizio Extralamp, grazie al quale Ecolamp fornisce gratuitamente gli imballi per confezionare sia le lampade compatte che i tubi fluorescenti e li ritira sempre in modo gratuito direttamente presso il magazzino.

Per chi vorrà ricevere le informazioni direttamente dalla voce di “Illumina il riciclo” tutti gli appuntamenti e i dettagli delle iniziative sono pubblicate su www.legambiente.it e www.ecolamp.it