Home > Webzine > Maggio d'Europa, un mese di eventi: Notte blu e Firenze città europea dello sport
martedì 12 novembre 2019

Maggio d'Europa, un mese di eventi: Notte blu e Firenze città europea dello sport

20-04-2012
Firenze ritorna il cuore dell’Europa. Il 9 e 10 maggio il capoluogo toscano ospiterà la "Conferenza sullo stato dell’Unione" che sarà l’occasione per aggiornare il vocabolario sulle politiche, sulle idee e sul futuro di questa entità geografica che tiene insieme popoli e culture oltre i rigidi confini nazionali (evento disponibile in streaming su: http://stateoftheunion.eui.eu). Due giorni di eventi promossi dall’Istituto universitario europeo (Iue) trasformeranno nuovamente la nostra città in un grande laboratorio creativo e culturale. Accanto a quest’appuntamento al quale parteciperanno, tra gli altri, il Presidente del Consiglio Mario Monti e il Presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, c’è il ricco programma di eventi di "Maggio d’Europa 2012" che durerà l’intero mese di maggio, presentato a Palazzo Vecchio dal vicesindaco Dario Nardella, dall’assessore ai progetti europei, all’università, alle politiche giovanili e al turismo Cristina Giachi, Stephan Albrechtskirchinger, direttore del servizio comunicazione dell’Istituto universitario europeo e dal vicedirettore regionale per la Toscana di Banca Popolare di Vicenza Silvio Bagni.
«Un Maggio d’Europa a Firenze – ha sottolineato l’assessore Giachi – perché forse mai come in questo tempo è stato importante ricordare e ricordarci il valore della comunità europea, del nostro essere Unione. Queste giornate di approfondimento sullo stato dell’Unione, ma anche di festa e arte, in una fase in cui il progetto europeo sembra avere smarrito quello slancio unitario che accompagnò la marcia di avvicinamento all’euro, possono essere un modo concreto per portare un contributo, piccolo ma tuttavia significativo, verso un processo di integrazione rinvigorito e rinnovato».
«Nessuno sa come sarà l’Europa di domani – ha proseguito Cristina Giachi – noi, gli organizzatori dei numerosi eventi di Maggio d’Europa, sicuramente la stragrande maggioranza dei nostri concittadini, la vorremmo come fu pensata dai suoi visionari fondatori. Questi mesi drammatici vorrebbero convincerci che siamo ormai arrivati ad un penoso fallimento, che la visione lungimirante di Jean Monnet, fatta propria dai fondatori politici dell’Unione Europea, Schuman, De Gasperi e Adenauer, non ci garantirà un futuro. Noi invece pensiamo che non sia così, e riteniamo che questo stare uniti nel segno di una cultura e un'identità al contempo radicate e aperte sia da sottolineare, da sostenere, da favorire soprattutto nella consapevolezza degli europei che abitano le città dell'Europa, vere culle di civiltà e cultura». «Per questo Firenze non si tira indietro – ha concluso l’assessore – e ogni anno, a maggio, presta la propria grazia, intraprendenza creativa, ricchezza di istituzioni formative e culturali al festeggiamento di questo ideale. L’anno scorso un imponente Festival dell'Europa, che pensiamo di ripetere con cadenza biennale, quest'anno un Maggio d'Europa che ci accompagnerà per tutto il mese, con eventi e momenti di approfondimento organizzati da realtà prestigiose e competenti del panorama culturale, universitario, artistico, non solo fiorentino».
Un approfondimento sullo stato dell’Unione, dunque, ma anche di festa, arte e sport. Tra gli eventi c’è anche e la ‘Notte blu di Firenze, speciale Firenze città europea dello sport 2012’, organizzata con il sostegno della Banca Popolare di Vicenza, che si terrà il 12 e 13 maggio.
«Siamo orgogliosi di essere stati una delle prima città a rappresentare il ‘New Deal’ sportivo europeo – ha commentato il vicesindaco Dario Nardella – e l’opportunità della ‘Conferenza sullo Stato dell’Unione’ permetterà di fare vedere a tutti gli ospiti cosa è la Firenze dello sport. In accordo, quindi, con l’assessore Giachi abbiamo caratterizzato la Notte blu, che avrà comunque le sue tradizionali attività, sul fronte sportivo». «Gran parte degli impianti cittadini saranno aperti al pubblico – ha spiegato il vicesindaco – ospiteranno manifestazioni sportive dal pomeriggio fino a notte fonda: giocheremo, gareggeremo e ci confronteremo sotto la luce dei riflettori utilizzando anche spazi e luoghi pubblici. I progetti e le manifestazioni collegate alla ‘Notte blu’ sono 120, grazie al coinvolgimento decisivo dei Quartieri, e offrirà una bella opportunità non solo per gli sportivi ma anche semplici curiosi e neofiti, soprattutto giovani». «E’ un battesimo per Firenze – ha concluso Dario Nardella – e voglio ringraziare gli sponsor che supportano, ormai dall’inizio dell’anno, ‘Firenze città europea dello sport 20121, e in modo particolare il main sponsor, la Banca Popolare di Vicenza».
Programma di "Maggio d’Europa 2012"