Città di Firenze
Home > Webzine > Milano 25 diventa un ''monumento'' al Giardino dell’Orticoltura
venerdì 14 giugno 2024

Milano 25 diventa un ''monumento'' al Giardino dell’Orticoltura

25-04-2012
Margherita va in pensione … e inizia una nuova missione. Dal 25 aprile il celeberrimo taxi Milano 25 di zia Caterina Bellandi è diventato un “monumento” all’interno del Giardino dell’Orticoltura. L’installazione è avvenuta in concomitanza con l’inaugurazione della mostra dei fiori, alla presenza del sindaco Matteo Renzi, del ct della nazionale Cesare Prandelli e del critico d’arte Philippe Daverio. Il taxi più colorato e fiabesco, capace di portare un sorriso e un mondo magico a chi ne ha più bisogno, cambierà dunque la sua missione. Si tratta della prima delle tre vetture che, negli anni, sono state "Milano 25". Per l'occasione è stata completamente ridipinta da Karin Engman per raccontare la storia, le avventure, i personaggi, il dolore e la gioia, il viaggio nella vita di tante persone salite su quel taxi dell'amore.
Oggi – ha detto il sindaco Renzi – è un giorno di festa perché oltre a celebrare l’anniversario della Liberazione, questo storico giardino che presto sarà sottoposto a ulteriori interventi di manutenzione, si arricchisce con la presenza di Milano 25. Un motivo in più di attrazione per il Giardino. Per questo un grazie sentito va a Zia Caterina che con la sua opera e il suo mitico taxi, regala un sorriso e ci dice di andare avanti e non perdere la speranza”.
L'idea di piazzare "Milano 25" al Giardino dell'Orticoltura, un luogo molto frequentato dai bambini, è stata suggerita al sindaco Renzi da Caterina De Luca una signora molto legata alla Onlus Milano 25, scomparsa lo scorso anno. E' bello che il suo ultimo desiderio sia stato esaudito e che ora possa regalare una favola ai bambini, alle centinaia di nipotini sconosciuti che giocano all'Orticoltura.
Margherita è già stata sostituita da Luca’s Cab un taxi modello londinese, appositamente attrezzato e disegnato (600 ore di lavoro per l’allestimento). All’interno un computer sempre on line, due schermi per vedere film e perfino una macchina che sforna pop corn.