Home > Webzine > Dotazione No.Neet: prestito per associazioni giovanili culturali, ambientali e sociali
mercoledì 21 ottobre 2020

Dotazione No.Neet: prestito per associazioni giovanili culturali, ambientali e sociali

28-02-2013

Finanziamenti alle giovani opportunità  (D- NONE )

PREMESSA

Il progetto promosso dall’Assessorato  Politiche Giovanili in collaborazione con l’Associazione Amici di Essere e cofinanziato dalla Regione Toscana sui fondi APQ,  mette a disposizione un  fondo rotativo  di  EURO 40.000,00 a circoli ed  associazioni culturali giovanili  ed a soggetti  no profit che operano nel campo della cultura,  dell’arte e dello spettacolo, della formazione,  dell’ambiente  e del sociale  , con o per i giovani,  sotto la forma di prestito d’onore.

Le finalità del progetto  sono legate al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- Aiutare concretamente  il mondo dei giovani  a diventare soggetto indipendente e qualificato, rappresentante delle proprie istanze , costruttore attivo nei diversi campi della cultura;
- facilitare l’accesso per i giovani che si vogliono impegnare nelle diverse forme associative  a bandi di finanziamento:
- incentivare e supportare la progettazione e la realizzazione di progetti con o per i giovani che caratterizzino Firenze come banco di sperimentazione ed officina di abilità e di competenze;

Poiché il progetto è inserito negli  Accordi Programma Quadro del Dipartimento della Gioventù (APQ), i fondi, erogati dalla Regione Toscana,  saranno trasferiti e successivamente liquidati secondo una tempistica subordinata alla effettiva disponibilità delle risorse.

Il progetto vuole affrontare una questione che emerge dalle esigenze delle diverse realtà associative - nello specifico quelle giovanili -  che spesso si trovano ad affrontare problemi di liquidità o di crisi temporanea nel corso della loro vita associativa o nel momento in cui ottengono contributi da enti o da fondazioni e devono realizzare i progetti con risorse esigue anticipandone le spese.
Il progetto vuole quindi facilitare l’attività di tutte quelle forme di aggregazione giovanile con o per i giovani, che intendano inserirsi nel tessuto culturale e sociale cittadino e che debbano sostenere piccole spese in ordine all’elaborazione di progetti, acquisto materiali e strumenti utili per la loro attività.
La Dotazione, previa disponibilità delle risorse, verrà erogata sotto forma di piccolo prestito d’onore ad interessi e spese  zero, ad associazioni culturali riconosciute o non e ad enti no profit , in prima istanza formate in prevalenza  da giovani sotto i 35 anni.
La restituzione delle somme erogate permetterà la ricostituzione della Dotazione che sarà messa a disposizione di nuovi soggetti che ne facciano richiesta.
Le associazioni richiedenti dovranno avere sede legale in Firenze o nel suo comprensorio  e svolgere attività che abbiano una ricaduta sul territorio fiorentino.

I prestiti concessi serviranno a:
- coprire le prime spese necessarie alla realizzazione di progetti e di programmi attinenti ai fini dei soggetti richiedenti, anche nel caso che essi  siano destinatari di un contributo assegnato, ma non riscosso.
-  supportare l’acquisto di attrezzature, arredi e materiali  destinati all’attività del soggetto
- coprire spese derivanti da momentanee crisi di liquidità, legate a crediti, oggettivamente dimostrabili e non ancora riscossi
Ai soggetti beneficiari  verrà corrisposta una quota di anticipo sotto forma di prestito d’onore fino ad un massimo di 5.000,00 euro.

REGOLAMENTO PER L’ACCESSO AL PRESTITO

ART.1 – OGGETTO
Oggetto del presente regolamento è l’accesso da parte di associazioni anche non formalmente riconosciute ed enti no profit  operanti nei campi della cultura, dell’arte, dello spettacolo, della formazione, della salvaguardia dell’ambiente e del sociale  a piccoli prestiti destinati alla realizzazione di programmi,  dalla necessità di dotarsi di strumenti e arredi per il funzionamento e le attività,  risolvere momentanee crisi di liquidità derivanti dalla realizzazione di progetti, anche finanziati  a seguito della partecipazione a bandi emessi da soggetti pubblici o privati , da ritardi nella riscossione di crediti comprovati,

ART.2  -REQUISITI E TIPOLOGIE DI SOGGETTI CHE POSSONO ACCEDERE AL PRESTITO
Sarà data priorità ai soggetti composti da giovani e in possesso dei seguenti requisiti:
- base associativa o  consiglio direttivo o consiglio di amministrazione con una prevalenza di giovani  entro i 35 anni alla data della presentazione della domanda
- attività istituzionale   compatibile con il bando

I progetti per cui è richiesto il prestito devono essere attuati sul territorio fiorentino
Le organizzazioni richiedenti dovranno avere sede  e operare  in Firenze  o  nel suo comprensorio.

ART.3 -TIPOLOGIA DI PRESTITO
I soggetti in possesso dei requisiti di cui all’art.2, possono richiedere l’erogazione di un prestito temporaneo di importo non superiore a 5.000,00 € per:
- realizzare programmi e progetti di cui al presente regolamento  su piani predeterminati
- acquistare strumenti, apparecchiature ed arredi necessari all’attività associativa ( dimostrabili attraverso opportuna documentazione )
- anticipare spese derivanti dalla realizzazione di progetti  autonomi e/o approvati e finanziati da enti pubblici e privati con fondi  non ancora riscossi
- recuperare liquidità nell’attesa di ricevere somme relative a crediti nei confronti di terzi (dimostrabili attraverso la produzione di fatture o altro documento contabile comprovante il credito)


ART.4 -ACCOGLIMENTO DELLE ISTANZE E VERIFICA DEI REQUISITI
 Le domande  verranno accolte secondo l’ordine di arrivo all’ufficio Protocollo dell’Ufficio Politiche Giovanili (vedi art.9).
Verranno verificati i requisiti richiesti ai soggetti partecipanti e i profili di legittimità e di opportunità dei progetti per i quali si richiede il sostegno economico.
Le domande pervenute,  ritenute idonee, verranno accolte sulla base delle risorse disponibili, anche in misura parziale  

ART.5 MODALITÀ DI EROGAZIONE
E’ stata individuata come partner del progetto l’associazione culturale “Amici di Essere” che a tutti gli effetti è il gestore operativo dell'Iniziativa e al quale competono  tutte le funzioni di direzione e controllo dell'iniziativa. In virtù del ruolo di Gestore Operativo alla predetta Amici di Essere saranno progressivamente affidati i fondi destinati al suddetto progetto . Detti fondi costituiranno nell'ambito dall'amministrazione del Fondo Essere una Dotazione Economica Riservata, denominata D_NONE.
Da tale dotazione - sulla base delle richieste di finanziamento pervenute all'Ufficio delle Politiche Giovanili ed a seguito dell'istruttoria di carattere economico sulle possibilità di riacquisizione della cifra erogata, eseguita dai volontari di Amici di Essere, - saranno prelevate, fino ad un massimo, per singola richiesta, di 5.000 Euro, le somme oggetto di prestito. 
Il prestito concesso dovrà impegnare il beneficiario alla restituzione progressiva e concordata, senza aggravio di interessi e  servirà esclusivamente a soddisfare i  bisogni segnalati dal richiedente nella sua richiesta d'intervento.

ART.6 MODALITÀ DI RESTITUZIONE
I beneficiari dei prestiti  sottoscriveranno con il Fondo Essere un atto d’impegno per le modalità e il rispetto della restituzione della somma ottenuta.

ART.8 DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PER LA PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA
I plichi devono essere composti dalla seguente documentazione, indispensabile per l’accesso al prestito:
- istanza di accesso al prestito redatta su apposito modulo allegato al presente avviso , compilato in ogni sua parte e sottoscritta dal soggetto richiedente,  corredata da fotocopia del documento di identità ,
- documentazione relativa al progetto, all’acquisizione di beni, al recupero di liquidità  rese disponibili da soggetti pubblici 
- eventuale copia atto costitutivo e statuto.

ART.9 MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le domande, corredate dalla documentazione indicata nel precedente art.8
dovranno essere consegnate a mano  a:
Comune di Firenze – Direzione Cultura, Turismo e Sport, Ufficio Politiche Giovanili e Pari Opportunità, via Ghibellina 30 – terzo piano -  entro il 15 luglio 2013