Home > Webzine > Fiorentina-Catania, Montella: ''Ljajic? Sono stufo''
domenica 17 novembre 2019

Fiorentina-Catania, Montella: ''Ljajic? Sono stufo''

25-08-2013

Vigilia di campionato per la Fiorentina che nella prima giornata della Serie A 2013-14 affronterà il Catania di Rolando Maran.
Queste le parole del tecnico viola Vincenzo Montella dalla sala stampa "Manuela Righini" dello stadio Artemio Franchi di Firenze:

"Pizarro? Sappiamo quanto vale nell’economia della squadra e non ha sostituti per caratteristiche. E’ difficile rinunciare a lui se dà segnali ma sarebbe sciocco rischiarlo.
Ljajic? Sono stufo della situazione, Adem ha dimostrato qualcosa nella seconda parte di stagione ma adesso sono stanco. Non ho tempo, voglia e pazienza di aspettare l’evolversi della situazione. Se fosse sereno sarebbe utile.
La sosta? C’è anche negli altri campionati, potendo scegliere farei più partite nella prima parte di stagione piuttosto che nei mesi futuri quando si è più stanchi.
I tifosi con Ljajic? Ognuno deve fare quello che vuole. I fischi non condizionerebbero le sue scelte. I tifosi sono liberi di fare quello che vogliono, a volte i fischi sono positivi.
Il Catania? Insieme a noi lo scorso anno sono stati la sorpresa del campionato. Hanno cambiato poco anche se hanno sostituito Lodi con un giocatore più fisico come Tachtsidis. Il Catania è una squadra difficile da affrontare, lo scorso anno si sono piazzati bene in classifica.
Cosa mi aspetto dal mercato? Mi aspetto sempre il massimo, abbiamo esigenze numeriche e qualitative perché giocheremo un numero maggiore di partite. Anche Pizarro avrà più impegni visto che è tornato in Nazionale. In attacco stiamo bene, abbiamo Ilicic e Joaquin. Rebic è un grandissimo giocatore ma se dobbiamo spendere vorrei farlo per altri reparti.
Gomez e Rossi? Devono arrivare al massimo della condizione ma stanno già facendo bene. Sono giocatori complementari, mi aspetto quello che stanno facendo.
La doppietta di Toni? Sono contento per lui che ha fatto due bei gol. Se è motivato e gioca può arrivare in doppia cifra. Vedendolo giocare penso che in campo per motivi di età potrei andarci anche io.
Cuadrado? E’ migliorato molto, anche dal punto di vista tattico. Non può attaccare e difendere nello stesso momento: nel gol subito a Zurigo non ha colpa lui ma diversi giocatori.
Neto? Sta bene, è il nostro portiere insieme a Munùa.
Ilicic? Sta recuperando, ha grandi capacità fisiche. E’ già migliorato molto ma non è al meglio. E’ comunque disponibile.
Turn over domani? Giocheranno i giocatori più funzionali alla partita di domani.
Le ambizioni della squadra? La società mi ha chiesto di ripetere lo stesso campionato dello scorso anno e di qualificarsi ancora in Europa. Dobbiamo ancora centrare la qualificazione in Europa e quindi ci auguriamo che il numero di partite sia superiore allo scorso anno. Dobbiamo migliorare ancora per tornare ad essere come nella scorsa fase finale di stagione.
L’obiettivo massimo con la Fiorentina? La Fiorentina lo scorso anno ha vinto anche senza alzare un trofeo.
Come spenderei soldi sul mercato? Non su un portiere
".

Stefano Niccoli