Home > Webzine > Grande debutto dello Spazio Alfieri tra cinema, teatro, musica e molto altro
sabato 16 novembre 2019

Grande debutto dello Spazio Alfieri tra cinema, teatro, musica e molto altro

25-09-2013

Non è  facile raccontare cosa sarà il nuovo Spazio Alfieri, che riapre mercoledì 25 settembre, erede di quel celebre Alfieri Atelier che chiuse sette anni fa. Ogni etichetta sarebbe riduttiva: è, sì, un cinema, un teatro, un auditorium, un bistrò, un caffè letterario e così via, ma è anche una fusione di tutte queste cose, che ne fa una completamente diversa. Quello che accadrà allo Spazio Alfieri sarà magico secondo Sergio Bini, in arte Bustric, che ha assunto il ruolo di coordinatore artistico della sezione teatro; e se lo dice lui c'è da crederci.
La sala di via dell'Ulivo celebra la sua rinascita con due serate: nella prima, mercoledì 25 settembre 2013 alle ore 21.00 sarà proiettato "The Armstrong Lie", che parla del ritorno alla vita sportiva di Lance Armstrong dopo lo scandalo del doping, immancabile riferimento ai mondiali di ciclismo di questa settimana; nella seconda, giovedì 26 settembre Bustric porterà in scena, sulle suggestioni di Méliès, uno spettacolo di musica, cinema e varietà. Due serate che rappresentano anche le due direzioni verso cui vuole tendersi la nuova esperienza dell'Alfieri: l'attenzione verso l'attuale panorama cinematografico e la riscoperta delle opere che hanno scritto la storia di questa arte.
Sono già numerose le rassegne in cantiere per questa stagione: MusicAlfieri, dedicata ai film dove la musica è protagonista, Visioni Off che vedrà ospiti in sala anche registi del calibro di Alessandro Gassman e Pappi Corsicato a presentare i propri film, il Festival dei Popoli, il Clorofilla Film Festival, organizzato da Legambiente su temi legati all'ecologia, Italian Identities, una retrospettiva curata dalla New York University sul cinema italiano con sottotitoli in inglese, e ancora altre. Si potrà poi assistere a concerti, performance teatrali e spettacoli di varia natura, mangiare cibi (bio e a km 0, ovviamente); il tutto in uno spazio che rimarrà aperto ogni giorno dalle 17.00 alle 1.00.
lo Spazio Alfieri ha tante ambizioni e non lo nasconde. Per prima quella di distinguersi da tutti i luoghi di aggregazione tradizionali, in special modo le multisale cinematografiche, poi quella di offrire un intrattenimento non fine a se stesso, ma che sia anche di stimolo al dibattito e alla riflessione. In questo senso le speranze degli organizzatori è che diventi un luogo di confronto e di scambio, uno spazio "aperto" anche alle iniziative provenienti dall'esterno. Coloro che hanno investito nel progetto sperano che  torni allo splendore e ai fasti degli anni d'oro, convinti che le piccole sale nelle grandi città trovino una propria ragion d'essere nel proporre offerte particolari, con un certo fascino d'antan.

Per info: www.spazioalfieri.it

Andrea Baroncini