Home > Webzine > Fiorentina-Dnipro 2-1: viola qualificati come primi nel girone
domenica 17 novembre 2019

Fiorentina-Dnipro 2-1: viola qualificati come primi nel girone

13-12-2013

La Fiorentina vince per 2-1 contro il Dnipro nell'ultima partita della prima fase di Europa League e riesce a mantenere il primo posto nel girone, in attesa dei sorteggi di Nyon di lunedì che sveleranno l'avversario dei sedicesimi di finale a febbraio. E' un successo che restituisce morale all'ambiente gigliato dopo la brutta battuta d'arresto a Roma contro i giallorossi e dopo le pesanti critiche nei confronti di portiere e difesa, che fino a quel momento avevano subito 20 reti in 15 giornate di campionato. In questa partita tuttavia i viola hanno dimostrato le loro qualità solo a tratti, giocando per il resto un match piuttosto molle e su ritmi bassi. Il tecnico Vincenzo Montella era arrivato all'appuntamento cambiando solo pochi uomini della formazione titolare, a dimostrazione di come fosse consapevole dell'importanza del match, schierando Neto in porta, Rodriguez, Pasqual, Savic e Roncaglia in difesa, Valero, Ambrosini e Fernandez a centrocampo e Cuadrado, Joaquin e Matos in attacco. Ancora out Gomez, con anche i più ottimisti che ormai si sono rassegnati a non rivederlo in campo fino a gennaio 2014.

L'inizio è da brividi, con la squadra di casa che appare un po' svogliata e con gli ospiti che passano in vantaggio dopo meno di dieci minuti con un destro imprendibile di Konoplyanka. La Fiorentina tarda a reagire, con Valero che continua a sbagliare troppi palloni e con i due esterni d'attacco che non riescono a sfondare. La situazione cambia quando l'allenatore gigliato inverte le ali, schierando Cuadrado a destra e Joaquin a sinistra. E' proprio quest'ultimo a portare i suoi al pareggio a tre minuti dall'intervallo con un colpo di testa su cross lungo proprio del colombiano. Nella ripresa i viola controllano il gioco, cercando la rete del sorpasso senza troppa convinzione. Quando ormai i tifosi cominciano a pensare che non ci sia più niente da chiedere al match, all'improvviso Cuadrado fa partire un destro dal limite dell'area di rigore che beffa il portiere, mettendo in cassaforte risultato e primo posto. Pizarro, Ilicic e Aquilani, entrati nella seconda frazione, si limitano a tenere sotto controllo gli avversari fino al triplice fischio, mentre gli ultrà dalla Curva Fiesole cantano a Montella di portarli a Torino, sede della finale.

Adesso è già il momento di pensare di nuovo al campionato, perchè domenica arriverà alle ore 15 al Franchi il Bologna di Stefano Pioli per l'ultima partita in casa del 2013. Il tecnico della Fiorentina dovrà rinunciare ad Ambrosini, fermato dal giudice sportivo, ma potrà schierare di nuovo titolari i giocatori, come Tomovic e Rossi, lasciati prudentemente a riposo in Europa league.

di Matteo Fabiani