Home > Webzine > ''Mi stai a Cuore'', Misericordie e Lnd insieme per la sicurezza sui campi
sabato 06 giugno 2020

''Mi stai a Cuore'', Misericordie e Lnd insieme per la sicurezza sui campi

18-01-2014

Sabato 18 Gennaio presso l'Aula Magna del Centro Tecnico Federale di Coverciano è stato presentato il progetto "Mi stai a Cuore" frutto dell'accordo tra il Comitato Regionale e la Federazione toscana delle misericordie. Un progetto che ha come obiettivo quello di garantire la sicurezza negli impianti da calcio della Toscana, un progetto che si impegna a organizzare corsi di primo soccorso per l'abilitazione all'uso di defribrillatori cui seguirà l'installazione di circa 800 colonnine in tutti i campi FIGC-LND della regione. La realizzazione di "Mi Stai a Cuore" si compone sostanzialmente di due fasi: una prima nella quale vengono formati gli operatori sulle situazioni in cui è necessario l'utilizzo del defribrillatore attraverso corsi, sia pratici che teorici, svolti dalle Misericordie locali in accordo con gli esponenti delle società di calcio interessate alla firma del protocollo; una seconda nella quale vengono consegnate colonnine di soccorso avanzate dotate di una teca contenente un defribrillatore semiautomatico, controllate e coordinate dalla centrale operativa delle Misericordie toscane. Il progetto prepara il terreno alla piena attuazione del Decreto Balduzzi sull'obbligatorietà della dotazione del defribrillatori in capo alle associazioni sportive dilettantistiche e si muove nella volontà di evitare altre morti nel mondo del calcio, come quella del giovane Matteo Roghi, scomparso qualche mese fa durante una partita di calcio giovanile a Foiano della Chiana. Ad illustrare il progetto sono intervenuti diversi relatori: Fabio Bresci, Presidente del Comitato Regionale Toscano, Stefano Braschi, Designatore Aia lega si Serie A, Alberto Corsinovi, Presidente Misericordie Toscane, Paolo Mangini, Coordinatore Settore Giovanile Toscana, Massimo Mandò, direttore 118 Arezzo, Matteo Trefoloni, Designatore Aia Toscana, Alberto Mambelli, Vicepresidente vicario della LND e Luigi Marroni, Assessore Regione Toscana al diritto alla salute. I relatori testimoniano i diversi ambiti che ruotano intorno a "Mi Stai a Cuore"; il versante sportivo, il versante sanitario, il versante istituzionale e il versante arbitrario come componente fondamentale dello svolgimento degli eventi calcistici. In platea invece erano presenti le due anime del volontariato: quello sportivo, rappresentato dalle società che hanno installato recentemente un defribrillatore (Albereta San Salvi, Ponte a Greve, Settimello, Grevigiana, Polisportiva Doninzetti) e quello sanitario, rappresentato da esponenti delle misericordie Toscane. Un' iniziativa importante, sia economicamente che moralmente, che testimonia ancora una volta la sensibilità della regione Toscana, nelle vesti sportive e sanitarie, per la prevenzione di eventi negativi, perchè una vita salvata è sicuramente più gratificante di una vittoria sul campo. 

Duccio Mazzoni