Home > Webzine > Visita ok per Giuseppe Rossi: niente operazione. E sul mercato...
venerdì 22 novembre 2019

Visita ok per Giuseppe Rossi: niente operazione. E sul mercato...

29-01-2014

Tirano un sospiro di sollievo Giuseppe Rossi, la Fiorentina e il Ct della Nazionale Italiana, Cesare Prandelli. Nella giornata di martedì 28 gennaio 2014, Pepito si è sottoposto ad un nuovo controllo al ginocchio infortunatosi nella partita contro il Livorno. La visita presso la clinica del professor Richard Steadman a Vail (Colorado) ha evidenziato – si legge nel comunicato di violachannel.tv – "una buona stabilità del ginocchio recentemente infortunato. L’atleta proseguirà le terapie conservative per il recupero neuro motorio per i prossimi due mesi. Prima della fase riabilitativa sul campo, il giocatore sarà sottoposto a una nuova visita di controllo". Scongiurato, quindi, l’incubo dell’operazione. Se tutto andrà per il verso giusto, l’attaccante dovrebbe tornare disponibile per gli ultimi scampoli di campionato, a fine aprile-inizio maggio. Staremo a vedere. Speriamo che l’italo-americano riesca a prender parte ai Mondiali brasiliani, in programma dal 12 giugno al 13 luglio. "Sono moralmente sollevato dopo l’incontro col professor Richard Steadman. Adesso dovrò impegnarmi al massimo con la riabilitazione. Sempre al vostro fianco. Forza viola. GR", ha scritto l’ex Villareal sul suo profilo Facebook. Felicità anche da parte dell’entourage del calciatore. "Evviva @Giuseppe Rossi22 non si deve operare", il post su Twitter del procuratore Federico Pastorello. A Sky Sport, invece, ha parlato Andrea Pastorello, l’altro manager di Rossi: "Il ginocchio ha dato risposte positive, poi faremo un ulteriore controllo per il rientro in campo per un tipo di preparazione. L’umore adesso è ottimo, perché non potevamo aspettarci di meglio in questo momento".

Intanto, sono ore frenetiche in casa Fiorentina per quanto riguarda il mercato che chiuderà alle 23 di venerdì 31 gennaio 2014. Acquistati nel giro di pochissime ore Matri, Anderson e Rosati, la dirigenza gigliata potrebbe fare un piccolo sforzo per la difesa, visto l’infortunio di Nenad Tomovic. I nomi in circolazione sono quelli di Mexes, Kjaer, Dainelli e Diakitè. Operazioni difficili le prime due: il milanista guadagna quattro milioni di euro, troppi per le casse viola, l’ex Palermo è attualmente terzo in Ligue 1 con il Lille e difficilmente il club francese si priverà del giocatore adesso. Il clivense tornerebbe volentieri a Firenze, ma il problema è che il Chievo ha bisogno di un sostituto e i tempi sono molto stretti. L’ex Lazio – 810 minuti in Inghilterra con la maglia del Sunderland - piace a Daniele Pradè: "Diakitè? E’ uno dei nomi che ci sono stati accostati e che stiamo valutando, ma siamo sereni", ha detto il direttore sportivo. Attenzione anche a Paolo Cannavaro (32 anni), ai margini nel nuovo Napoli di Rafa Benitez. Trattative sempre vive per Mateo Musacchio del Villareal e John Heitinga dell’Everton. I due hanno costi improponibili per gennaio, a meno che le società di appartenenza non cedano alla tentazione di accettare il prestito, magari in cambio di un riscatto obbligatorio da parte della Fiorentina.

Stefano Niccoli