Home > Webzine > Fiorentina-Atalanta, Montella: ''Tiriamo fuori gli artigli''
martedì 20 ottobre 2020

Fiorentina-Atalanta, Montella: ''Tiriamo fuori gli artigli''

07-02-2014

Obiettivo riscatto. Dopo due sconfitte consecutive – l’1-0 di Cagliari e il 2-1 in Coppa Italia contro l’Udinese -, la Fiorentina vuole tornare alla vittoria nel match con l’Atalanta in programma al Franchi sabato 8 febbraio alle 18. Partita difficile per i gigliati, i nerazzurri hanno il morale alle stelle dopo il netto 3-0 rifilato al Napoli. I viola dovranno porre molta attenzione agli attaccanti orobici, su tutti Denis, bomber vecchia razza e autore di una doppietta contro la formazione di Rafa Benitez. Vietato sbagliare. L’obiettivo è agganciare al terzo posto proprio i partenopei, impegnati al San Paolo contro un Milan in crescita dopo l’arrivo di Clarence Seedorf.

Le parole del mister Vincenzo Montella:

"Le due ultime sconfitte sono diverse tra loro. In alcune zone del campo siamo in emergenza, ci sono pochi ricambi. Già dalla partita col Genoa vedevo che eravamo in difficoltà. Ma è in questi momenti che le squadre forti devono fare la differenze. Tutto devono più del massimo. Dobbiamo tirare fuori gli artigli”.
Cuadrado ha subìto un calo di condizione, da Cuadrado ci aspetta sempre il massimo. Deve giocare semplice.
La partita con l’Atalanta è piena d’insidie perché arriva in un momento cruciale della stagione. L’Atalanta è una squadra compatta e agonistica, esperta così come il suo mister. Sarà difficile batterla. Hanno trovato continuità di risultati. Incosciamente potremmo pensare che la partita più importante è quella di Coppa Italia con l’Udinese (martedì 11 febbraio, ndr), ma sarebbe un errore. Dobbiamo consolidare il quarto posto e avvicinarci al testo.
Gomez si sta allenando, ma evita i contrasti, non è pronto ancora. Sarà il tempo a dire quando sarà disponibile, è prematuro portarlo in panchina
La squadra è carica. E’ un piacere giocare tutte queste partite di seguito, anche se si disperdono tante energie.
Wolski è il centrocampista più offensivo che abbiamo. E’ più difficile un suo impiego  proprio per questo motivo, non per altre ragioni.
Sto notando la crescita dei ragazzi Primavera. In mezzo al campo siamo coperti. I nostri centrocampisti, come Wolski e Bakic, sono più pronti di alcuni Primavera. Se si portano in prima squadra giocatori in grado di fare la differenza è più facile vincere.
Ci sta di perdere qualche partita. La Fiorentina non sta perdendo delle occasioni per il terzo posto, anzi penso il contrario. Vincere a Sassuolo e a Catania, ad esempio, non era scontato. Vediamo quante squadre andranno a vincere in questi campi.
Matri va sfruttato di più e meglio. Sta lavorando molto bene per la squadra. Sono soddisfatto del suo lavoro, si mette a disposizione dei suoi compagni e dell’allenatore. Va servito con qualche cross in più.
Baselli e Bonaventura? L’Atalanta li sta valorizzando. Bonaventura è parecchio che gioca su alti livelli. Sono giocatori bravi e che potrebbero migliorare ancora molto, ma a questo penserà l’Atalanta
".

Le probabili formazioni:
Fiorentina: Neto, Diakitè, Gonzalo Rodriguez, Savic, Pasqual, Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero, Cuadrado, Matri, Vargas.
Atalanta: Consigli, Benalouane, Lucchini, Stendardo, Brivio, Raimondi, Cigarini, Carmona, Bonaventura, Maxi Moralez, Denis.

di Stefano Niccoli