Home > Webzine > Fiorentina-Lazio, Montella: ''Non dobbiamo pensare alla Juventus''
martedì 19 novembre 2019

Fiorentina-Lazio, Montella: ''Non dobbiamo pensare alla Juventus''

01-03-2014

Non lasciar scappare il Napoli, impegnato a Livorno. Con questo obiettivo la Fiorentina scenderà in campo domenica 2 marzo alle 20.45 al Franchi contro la Lazio. I tifosi, visti gli errori commessi dal signor Gervasoni nella trasferta di Parma, potrebbero dar vita a una vera e propria contestazione nei confronti dell’intera classe arbitrale, ma la squadra viola dovrà pensare solo a vincere. Non sarà facile perché contro la formazione biancoceleste, oltre a Borja Valero – squalificato per quattro giornate -, mancheranno anche Pizarro e Diakitè. Assenze pesanti quelle dello spagnolo e del cileno. Sono loro due, infatti, gli architetti e le fonti del gioco gigliato. Davanti alla difesa agirà, probabilmente, Aquilani. Il centrocampista numero dieci ha già fatto vedere buone cose in passato da regista, un ruolo che gli potrebbe addirittura allungare la carriera secondo Montella.

La Lazio – reduce dalla vittoria per 3-2 sul Sassuolo – sta attraversando un periodo delicato. Specialmente sul piano societario, con il presidente Claudio Lotito contestato duramente dalla piazza. Nella capitale sponda biancoceleste, insomma, si respira un’aria tutt’altro che tranquilla.

Fiorentina-Lazio sarà anche la sfida tra Mario Gomez e Miroslav Klose, i due bomber tedeschi che si contenderanno una maglia da titolare nella nazionale teutonica ai mondiali brasiliani di giugno. Il primo non è ancora al cento per cento della condizione fisica e per questo dovrebbe partire dalla panchina. Il secondo, invece, scenderà regolarmente in campo dall’inizio a meno di clamorosi imprevisti.

Le parole di Vincenzo Montella a violachannel.tv:

"E’ un’abitudine quella di giocare ogni tre giorni nel preparare gli allenamenti. Ci sono tutti i presupposti per preparare bene questa partita. Qualcuno ha riposato contro l’Esbjerg e questo ci permetterà di avere la squadra un po’ più fresca mentalmente. La Lazio all’andata ci ha fatto soffrire molto, abbiamo portato a casa uno 0-0 molto faticoso. Adesso è un’altra Lazio e probabilmente anche un’altra Fiorentina. Con Reja hanno trovato una continuità di risultati importante al di là dell’eliminazione in Europa League. Vorranno rifarsi. E’ una classica italiana, una sfida molto impegnativa. Per me non è più un derby, la storia non gioca in questi casi e oltretutto non sarò neanche in panchina. Bisognerebbe chiedere a Russo. E’ la mia prima squalifica da allenatore, mi manca solo l’esonero per diventare un vero allenatore (ride,ndr). Credo che andrò in tribuna perché si vede meglio.
Gomez? Ha bisogno di continuità. Con l'Esbjerg ha fatto una buona partita combattendo. Le gambe non possono essere quelle di cinque mesi fa. Ci vuole pazienza. Io ce l’ho, dovrà averla anche Mario. Tornerà ad essere il giocatore che è. Dobbiamo rimanere concentrati sulla Lazio, un test importante per la classifica. Dopo penseremo alla Juventus. Sono sfide affascinanti quelle contro i bianconeri. Faremo di tutto per farle diventare anche per i tifosi grazie ai risultati positivi. Al Franchi vidi un primo tempo equilibrato deciso da due episodi, poi nel secondo tempo la Juventus mi ha impressionato per la grande forza dimostrata. Dopo è cambiato tutto, è stata una partita entusiasmante. Ilicic? E’ un giocatore di talento, sta avendo più continuità. Ha fatto già 6 reti, tutte importanti. Deve fare ancora meglio. Borja Valero? E’ un giocatore importante per noi ma dobbiamo imparare a farne a meno
".

Le probabili formazioni:
Fiorentina: Neto, Tomovic, Gonzalo, Savic, Cuadrado, Aquilani, Ambrosini, Mati Fernandez, Vargas, Ilicic, Matri.
Lazio: Berisha, Konko, Biava, Ciani, Radu, Candreva, Alvaro Gonzalez, Ledesma, Lulic, Mauri, Klose.

di Stefano Niccoli