Home > Webzine > Contro la Lazio sapore di.. derby per Alberto Aquilani
mercoledì 20 novembre 2019

Contro la Lazio sapore di.. derby per Alberto Aquilani

01-03-2014

Per alcuni calciatori non tutte le partite sono uguali. Per ragioni d'amore o, al contrario, di scarso feeling nei confronti della formazione avversaria, a volte. Altre ancora per semplici questioni di rivalità cittadina. Domenica 2 marzo al Franchi andrà in scena Fiorentina-Lazio. Tra gli uomini di Vincenzo Montella ce n’è sicuramente uno che proverà a dare più del cento per cento contro i biancocelesti: Alberto Aquilani. Il motivo è facile da spiegare. Nato a Roma, cresciuto nelle giovanili giallorosse e soprannominato "Principino" in virtù della somiglianza con Giuseppe Giannini, per il numero dieci viola il match con la banda di Edy Reja avrà il sapore di un derby. Anche se non lo dirà pubblicamente, il centrocampista gigliato farà il massimo per lasciare il timbro contro i suoi cugini. Cosa peraltro già avvenuta in passato, quando vestiva proprio la maglia della Roma. Era il 26 febbraio 2006 e Aquilani, grazie a un preciso piatto destro su assist di Mancini, segnò il gol del definitivo 2-0 (di Taddei la rete del vantaggio). Per il classe 1984 fu un’emozione pazzesca, come ebbe modo di dire nel post gara: "Il gol nel derby è stata la gioia più grande da quando gioco. Correre sotto la Curva Sud è stato un gesto istintivo”.

Complice le assenze per squalifica di Pizarro e Borja Valero, dovrà essere lui a prendere in mano le redini del gioco viola da regista davanti alla difesa, un ruolo già ricoperto con successo in questa stagione e che gli potrebbe addirittura allungare la carriera secondo Montella.

Per Alberto, quella con la Lazio, non è una partita come le altre e probabilmente non lo sarà mai. Lui ci proverà eccome ad entrare nel tabellino dei marcatori, senza dimenticare, però, che ciò che più conta è il bene della Fiorentina, non il suo.

di Stefano Niccoli