Home > Webzine > Massimo risultato col minimo sforzo: la Juventus passa sulla viola 1-0
mercoledì 28 ottobre 2020

Massimo risultato col minimo sforzo: la Juventus passa sulla viola 1-0

10-03-2014

Massimo risultato col minimo sforzo. Alla Juventus basta un gol per aggiudicarsi la prima delle tre sfide con la Fiorentina. Davvero splendida la rete di Asamoah al 43'. Per la formazione di Antonio Conte si tratta del quattordicesimo successo consecutiva in casa: numeri impressionanti per i futuri campioni d'Italia. Adesso i punti di vantaggio sulla Roma – ko a Napoli 1-0 – sono quattordici. Pratica scudetto archiviata. La Vecchia Signora si è confermata la squadra più forte della Serie A e se vince anche quando non lo meriterebbe – come col Milan, ad esempio -, agli avversari non restano che le briciole.

Contro la viola, i bianconeri non hanno disputato la loro miglior partita stagionale, soprattutto nella ripresa, in cui Neto non ha compiuto nemmeno una parata. Ma si sa che alle big, a volte, basta una grande giocata per sbrogliare la “matassa”. E quella di Asamoah lo è stata. La Fiorentina, pero, non ha approcciato bene l'incontro: timida, molle e arrendevole. Primo tempo praticamente regalato. Marchisio, Pogba e Vidal (Pirlo era squalificato, ndr) troppo liberi di sfondare, Asamoah di spingere sulla fascia sinistra. I gigliati non sono più in condizione di potersi affidare  alla sola invettiva di Cuadrado. I cross per Gomez devono essere l'arma in più della squadra, ma né il colombiano né Vargas sono riusciti a innescarlo. Un colpo di testa su traversone di Pasqual l'unico sussulto del tedesco durante il match.

Meglio, molto meglio nella ripresa. Merito dei tre cambi: Wolski per Pizarro, Mati Fernandez per Anderson e Matos Ryder per Gomez. Il polacco, il cileno e il brasiliano hanno dato maggior incisività, qualità e brillantezza alla manovra. Gli ospiti avrebbero meritato il pareggio, ma si è messa di mezzo la traversa, colpita proprio da Matos al 79'. A dire la verità, i viola il gol dell'1-1 l'avevano segnato al 48' con Diakitè, ma l'arbitro Orsato l'ha ingiustamente annullato per offside.

I numeri dicono dicono che nelle ultime quattro partite la Fiorentina ha messo in riga un pari e tre sconfitte. Un punto. Un misero punto che sta mettendo a serio rischio il quarto posto. L'Inter, grazie all'1-0 sul Torino, si sta rifacendo sotto, mentre la terza posizione occupata dal Napoli è distante adesso ben dieci lunghezze. A meno di clamorosi ribaltoni, il sogno Champions è sfumato, meglio guardarsi le spalle dalla rimonta dei nerazzurri.

Giovedì 13 marzo sarà di nuovo Juventus-Fiorentina: in programma l'andata degli ottavi di Europa League. I viola dovranno ripartire dal buon secondo tempo di domenica per cercare di tornare a Firenze con un risultato positivo. Non sarà facile, certo, ma i Montella Boys hanno tutte le carte in regola per far male alla Vecchia Signora.

Stefano Niccoli