Home > Webzine > Fabio Chiantini vince il contest per il nuovo Brand della città di Firenze
giovedì 21 novembre 2019

Fabio Chiantini vince il contest per il nuovo Brand della città di Firenze

10-03-2014

E' stato proclamato nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio il vincitore del contest internazionale lanciato dal Comune di Firenze per trovare un brand innovativo che caratterizzi il futuro della città; Si tratta del grafico fiorentino Fabio Chiantini, il cui progetto è stato scelto tra gli oltre 5000 brand inviati da quasi 2500 partecipanti provenienti da tutta Italia, da tutta Europa e da tutto il mondo come testimoniato dalla presenza di lavori inviati da Tonga o da Hong Kong. Chiantini è stato premiato dall'assessore allo sviluppo economico Sara Biagiotti che ha presieduto la cerimonia di premiazione insieme al dirigente dell'ufficio della comunicazione nonchè presidente della giuria del contest Giovanni Carta, al dirigente del servizio Promozione economica ed accoglienza turistica Simone Tani e a Alberto Marcellini, direttore generale di Audi Volkswagen Group Firenze, sponsor del concorso che ha offerto 15 mila euro al vincitore.
Il brand è incentrato sia da un punto di visto grafico che di contenuti sul nome della città di Firenze nelle lingue più importanti del mondo; dal nome originario Florentia in latino si passa all'inglese Florence per poi finire con il termine tedesco Florenz e quello spagnolo Florencia. All'interno di ognuno dei quattro nomi esterofili vengono messe in rilievo alcune lettere che accumunate l'una con l'altra formano il nome di Firenze, in italiano. Un gioco di parole e grafica dunque per sottolineare maggiormente attraverso il linguaggio che le immagini la città di Firenze. Il brand è stato scelto inoltre per l'adesione ai target che il bando prevedeva, per la compatibilità con lo storico simbolo di Firenze, il giglio, con il quale di integrerà, per la possibilità di impiego all'interno delle iniziative di fascia di qualità più alta della città. Un simbolo che racconta la città nel suo insieme, che miscela la storia, il passato illustre e rinascimentale di Firenze con la tecnologia, un simbolo che fornisce un ulteriore possibilità di conoscienza nel mondo. In senso lato si può intravedere poi una convergenza, sempre attraverso la comunanza linguistica con l'ideale di Firenze Città aperta voluta da Giorgio La Pira e anche, da un punto di vista strettamente artistico, il richiamo all' I Love New York di Milton Glaser.
Quanto all'utilizzo del logo, sarà impiegato per la promozione di Firenze a livello nazionale e internazionale, per la comunicazione delle innovazioni e dei cambiamenti della città, per la comunicazione culturale e linguistica, ma anche in ottica commerciale mediante attività di merchandising e come contrassegno di eventi, luoghi, prodotti.   
Il brand infine, insieme agli altri ventinove lavori giunti sino alla finale sarà inserito in un albo ufficiale.

Duccio Mazzoni