Home > Webzine > Apre il primo piano del Mercato Centrale Firenze (MCF)
martedì 12 novembre 2019

Apre il primo piano del Mercato Centrale Firenze (MCF)

16-04-2014

Mercoledì 16 aprile è stato inaugurato il nuovo ambizioso progetto che trasforma il Mercato Centrale di San Lorenzo a Firenze in una nuova destinazione del gusto. L'obbiettivo è di restituire alla città il primo piano della struttura, da anni inutilizzato, e di creare a Firenze un nuovo, prestigioso punto di riferimento all'insegna del gusto: il Mercato Centrale Firenze (MCF).
Il progetto rientra nell'area di ripopolazione del centro storico con un sistema di servizi e botteghe di nuova concezione, pensato per restituire centralità agli artigiani del gusto.
La nuova superficie, di 3000 mq, composta da 12 botteghe e 500 posti a sedere ospiterà, oltre al Consorzio del Chianti Classico, un ristorante, una pizzeria, una birreria, una caffetteria, una  scuola di cucina, un'enoscuola, una libreria, uno sportello bancario virtuale, un Fiorentina Store e altro ancora, all'interno di un contesto straordinario che coniuga l'ottocentesca struttura del mercato con il design d'autore.
Sarà possibile acquistare e degustare l'autenticità e le tradizioni, ma anche scoprire, ascoltare, leggere, raccontare e farsi raccontare: il MCF rappresenterà un nuovo luogo di interscambio culturale, ricco di proposte e attività.
Il risultato è la fusione di due identità, quella tradizionale rappresentata dalle edicole al piano terra con tutto il fascino che le caratterizza da 140 anni, e quella attuale, che intende offrire nuovi spunti rispetto al consueto sistema di fare la spesa.
Le nuove 12 botteghe non possono che essere affidate a quei Maestri artigiani del gusto, capaci non solo di produrre, ma anche di fare scuola. Ogni artigiano coinvolto ha accettato un rigoroso disciplinare che, oltre a garantire l'eccellenza degli alimenti, la trasparenza, la tracciabilità, chiede a lui e ai suoi collaboratori il racconto, il trasferimento al pubblico di conoscenza e sapere.
Il progetto di riqualificazione è stato curato dal noto studio di architettura Archea Associati di Firenze, sotto la guida dell'architeto Marco Casamonti. Si è pensato, più che a trasformazioni invasive, ad integrazioni di botteghe, attraverso l'uso di strutture leggere e smontabili, concepite in modo da trasformare lo spazio preesistente in un teatro del gusto.
Il progetto diventerà realtà a pochi giorni dal 140° anniversario dell'inaugurazione della poderosa architettura in ferro e vedro eretta nel 1874 ad opera dell'architetto Mengoni, autore anche della Galleria Vittorio Emanuele di Milano.
Il MCF è un progetto ambizioso ideato da Umberto Montano, noto imprenditore della ristorazione, fiorentino d'adozione, che ha trovato nel gruppo ECVacanze della famiglia Cardini di Prato, leader in Italia nel settore dei campeggi e dei villaggi turistici, con la preziosa collaborazione di Aldo Settembrini, i partner e gli interprete ideali per dare corpo e struttura ad un progetto di tale complessità.
La condivisione di obbiettivi comuni ha portato alla costituzione della società Mercato Centrale Firenze srl, di cui Umberto Montano è presidente, che si è aggiudicata lo scroso anno la gara di evidenzia pubblica indetta dal Comune per la riqualificazione del primo piano del Mercato Centrale.

Per informazioni: www.mercatocentrale.it

SM