Home > Webzine > Borja Valero: “Col Napoli assenze importanti. Il rinnovo del contratto...”
domenica 17 novembre 2019

Borja Valero: “Col Napoli assenze importanti. Il rinnovo del contratto...”

29-04-2014

E' la settimana più importante per Firenze e la Fiorentina. Sabato 3 maggio, infatti, è in programma la finale di Coppa Italia contro il Napoli all'Olimpico di Roma. Un appuntamento a cui nessuno vuole mancare. Saranno più di venticinquemila i tifosi che seguiranno la squadra di Montella nella capitale. Chi, invece, resterà nel capoluogo toscano avrà la possibilità – maltempo permettendo - di vedere la partita all'ippodromo del Visarno alle Cascine dove sarà allestito un maxi schermo.

Martedì 29 aprile 2014, a quattro giorni dal big match con i partenopei, ha parlato Borja Valero. Queste le sue parole dalla sala stampa “Manuela Righini” dello stadio Artemio Franchi di Firenze:

Come arriviamo alla finale? Bene. Ho tanta voglia perché è la prima volta che mi gioco un titolo.
Le assenze dei big saranno importanti. Però stiamo facendo molto bene ugualmente, dobbiamo essere orgogliosi.
Il Napoli è una squadra fortissima, costruita per la Champions. Forse sono favoriti, ma noi ce la vogliamo giocare.
Il rinnovo del contratto? Quando la società vorrà parlarne, per me non ci sarà nessun problema. Voglio restare qui a Firenze. Accettare il rinnovo sarà questione di cinque minuti.
L'arma in più per sabato sarebbe stato avere Gomez e Rossi insieme. Il mister saprà sopperire alle loro assenze. Anche senza di loro, però, siamo stati bravi, abbiamo cambiato modo di giocare.
La banana tirata a Dani Alves? Il razzismo è un problema mondiale, è una questione d'educazione. Mi spiace molto per i tifosi del Villareal che conosco molto bene. Questi errori non andrebbero mai commessi.
La morte di Tito Vilanova? Incredibile. Questa estate ho vissuto una cosa simile, so cosa vuol dire passare momenti del genere. Per i suoi figli sarà difficile vivere senza di lui, ma diventeranno ancora più forti.
Il Mondiale? Ci devo credere fino alla fine, ma penso di avere zero possibilità di andare in Brasile.
Non sento di avere più responsabilità per sabato viste le assenze. Il gruppo è la forza di questa squadra. Non contano i singoli.
Il fatto di Parma mi ha colpito molto. La gente è stata vicina a me e alla mia famiglia, sono felice di questo. Sono ancora più legato a Firenze.
Avere tanti tifosi al nostro seguito è sempre bello, lo sarà ancora di più per la finale.
In che ruologiocherò sabato non mi preoccupa, l'importante è essere in campo. Rossi? Basta faccia gol, anche se dovesse scendere in campo per un minuto.
Mi aspetto una gara simile a quella del San Paolo in campionato. Noi cercheremo di fare possesso palla, il Napoli punterà sulla velocità
”.

Stefano Niccoli