Home > Webzine > ''Notturna di San Giovanni'': simbiosi perfetta tra la corsa podistica e le vie di Firenze
giovedì 14 novembre 2019

''Notturna di San Giovanni'': simbiosi perfetta tra la corsa podistica e le vie di Firenze

21-06-2014

"Un'occasione imperdibile! Una sinergia impeccabile tra la manifestazione sportiva e le strade del centro storico di Firenze". Così esclama  il nuovo Assessore allo Sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, veramente entusiasta di presentare alla stampa la 75° edizione della "Notturna di S. Giovanni", storica e particolare corsa podistica fiorentina di 10 km di lunghezza.
Alla presentazione, che si è svolta nella Sala Incontri di Palazzo Vecchio, hanno partecipato anche Giancarlo Romiti, immancabile presidente di Firenze Marathon, e Eugenio Giani, delegato del C.O.N.I. ed ex assessore allo sport della città. In un clima festoso, in mezzo ai vari ringraziamenti per chi collabora all'organizzazione e alla promozione della manifestazione, Romiti elenca i memorabili risultati che la maratona ha raggiunto negli ultimi anni: più di 2500 partecipanti tra chi partecipa agonisticamente e chi no. Infatti è possibile partecipare alla corsa in maniera non competitiva, iscrivendosi alla cosiddetta "Family Run": un'occasione di partecipare anche per coloro che non hanno interesse agonistico o scarseggiano di una preparazione atletica adeguata; la corsa non competitiva seguirà soltanto metà (circa 4 km) del parcorso tracciato dalla maratona vera e propria. L'edizione 2013 è stata un vero e proprio successo, con le iscrizioni che dovettero essere chiuse anticipatamente per esaurimento delle "pettorine" di gara. A vincere furono due atleti kenioti: Paul Sugut, nella categoria maschile, e Zeddi Jerop Limo, per le donne.
Una manifestazione sportiva importante (la seconda corsa podistica più antica di Italia), a livello agonistico, come tiene a precisare anche il rappresentante della Federazione Italiana di Atletica Leggera, ma soprattutto un'opportunità per vedere e godere Firenze in una cornice particolare. Quest'ultimo è appunto uno degli obbiettivi principali che si è posta la nuova amministrazione della città, nella figura dell'assessore Vannucci, che auspica come risultato sperato il ritorno di tutti quei turisti che, numerosissimi, hanno gremito le vie del centro e si sono accalcati alle transenne nelle edizioni degli ultimi anni.
Il percorso della gara è molto suggestivo: si parte dal Duomo, si passa da piazza Signoria per arrivare sui Lungarni, per poi risalire e tornare nuovamente al Duomo (fine della Family Run, 4 km), si oltrepassa l'Arno e poi, di nuovo, si fa ritorno al Duomo, dove si conclude la corsa (per un totale di 10 km). Il Duomo diventa il fulcro del percorso della gara, dato che il Battistero di San Giovanni, per quest'anno, sarà, sfortunatamente, coperto da dei pannelli per lavori di restauro.
Il ritrovo è fissato, dunque, verso le ore 19 in piazza del Duomo, con la partenza prevista per le ore 21.
La Notturna di San Giovanni si aggiunge a tutti gli altri eventi che fanno da contorno alla festa del Santo Patrono della città: la finale del Calcio Storico Fiorentino e lo spettacolo pirotecnico che chiude la giornata. L'intento, come spiega anche Giani, ex membro della Giunta Comunale, è quello di creare un clima generale di festa, nei giorni precedenti e successivi alla festività del Patrono. La "Notturna di San Giovanni" sicuramente contribuisce a questo scopo.

di Marco Mannelli