Home > Webzine > Il servizio sperimentale ''Muoversi in Toscana info'' ai nastri di partenza
domenica 27 novembre 2022

Il servizio sperimentale ''Muoversi in Toscana info'' ai nastri di partenza

30-06-2014

Mai più code evitabili, mai più scomodi rallentamenti, mai più ritardi imprevisti. E' questo il sogno di ogni persona che quotidianamente viaggia, con mezzi pubblici o privati.
Parte Lunedì 30 giugno 2014 il servizio sperimentale "Muoversi in Toscana info" promosso dalla Regione Toscana. Ogni giorno, sette giorni su sette, sarà messo in rete, dalle 7.30 alle 20.00, ogni mezzora, un breve notiziario (1 minuto) sul traffico automobilistico e ferroviario (anche navale ed aeroportuale) sul sito della Regione Toscana, da dove potrà essere scaricato tranquillamente per essere utilizzato da pendolari e persone in viaggio ma anche da radio, emittenti televisive o redazioni web per renderlo disponibile ai loro utenti. Saranno disponibili continui aggiornamenti su code, blocchi, rallentamenti, cantieri, incidenti possibili che possono interessare sia le grandi arterie (autostrade e superstrade) che le strade minori (regionali o provinciali), nonché notizie su ritardi, cancellazioni e disagi di vario tipo che riguardano i trasporti su gomma, su rotaia, marittimi o aerei.
Il servizio di infomobilità affonda le sue radici nel "TG Traffico" che è stato già sperimentato nel 2008, per alleggerire i disagi causati dai lavori di rifacimento della S.G.C. Fi-Pi-Li, e nel 2013, in occasione dei mondiali di ciclismo. Visti i risultati positivi ottenuti in entrambe le occasioni la Regione, in collaborazione con la Provincia di Firenze, ha pensato di rendere questa soluzione temporanea una soluzione strutturale, ma ampliata a tutto il territorio toscano e a tutti i mezzi di trasporto, dalla automobile al treno, dal pullman al tram, dai traghetti agli aerei.
"Finalmente i cittadini toscani potranno informarsi in tempo reale sullo stato del traffico e del trasporto pubblico", così afferma l'assessore regionale ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli che precisa anche che la Regione Toscana sta scommettendo da anni su progetti di Infomobilità, spendendo finora circa 24 milioni di Euro.
In questa occasione l'assessore toscano ha annunciato altre due iniziative che la Regione porterà a termine e che riguardano sempre la mobilità: il nuovo portale della Regione sull'infomobilità e la App pensata per i pendolari, con la quale sarà possibile dialogare liberamente, in tempo reale, con l'Amministrazione per comunicare le varie ed eventuali situazioni di disagio che si vengono a creare nell'arco della giornata. "La democrazia della Rete consente ai cittadini di partecipare continuamente perciò il feedback dell'utente sarà un fattore importante dei nostri progetti futuri". L'ultima iniziativa avviata in questo settore, che entro un anno sarà del tutto operativa, riguarda il settore dei trasporti pubblici su strada: tutti i mezzi verranno dotati di un sistema di localizzazione satellitare (i mezzi più nuovi lo sono già) col quale sarà possibile rintracciarli e scoprire in tempo reale a quale punto del percorso si trovano, se hanno ritardi o meno.
Una serie di iniziative importanti, quasi rivoluzionarie, che vedono le Amministrazioni impegnarsi a servizio di quei cittadini che si trovano costretti, per lavoro o altri motivi, a muoversi e viaggiare ogni giorno, ritrovandosi spesso in situazioni spiacevoli e non raccomandabili. Alla fine, arrivare rilassati a lavoro implica una miglior riuscita della professione, e tornare sereni a casa la sera, una preferibile convivenza con la famiglia e il mondo extra-lavorativo.

di Marco Mannelli