Home > Webzine > Inaugurata la Casa dello studente in via del Mezzetta
giovedì 14 novembre 2019

Inaugurata la Casa dello studente in via del Mezzetta

11-07-2014

È intitolata a Diop Mor e Samb Modou, i senegalesi vittime della strage di piazza Dalmazia del 2011, la residenza universitaria in via del Mezzetta che è stata inaugurata venerdì 11 luglio 2014 alla presenza, tra gli altri, del rettore Alberto Tesi, della vicesindaca Cristina Giachi, dell’assessore regionale all’istruzione Emmanuele Bobbio e del presidente del DSU Toscana Marco Moretti.

La residenza, di tipologia alberghiera con una capacità ricettiva di 82 posti letto, è composta da 54 camere con bagno di cui 28 doppie e 26 singole. All’interno non è previsto il servizio di portierato.

Aprire una Casa dello studente è sempre un’operazione bella perché accogliamo cittadini temporanei rispondendo a un’esigenza fondamentale come quella abitativa - ha detto la vicesindaca Giachi -. Intitolare la residenza universitaria ai due ragazzi senegalesi uccisi nel 2011 in piazza Dalmazia è il segno di un fare memoria che si conserva stabilmente e non si identifica soltanto con eventi e manifestazioni. Con un edificio destinato a durare negli anni, con una funzione dedicata ai cittadini più giovani, ricordiamo una ferita per noi grave. Non si può dire che quella in cui avvenne l’attentato non era Firenze, lo era e non deve esserlo più”.

L’edificio è costituito da 4 piani di cui 3 fuori terra: al piano seminterrato ci sono il garage, i locali tecnici, i magazzini/guardaroba, la lavanderia, sale studio e locali polifunzionali e i servizi igienici/spogliatoi; al piano terra ci sono la hall, le sale studio e gli uffici della residenza; il piano ammezzato è riservato a 12 camere singole con bagni in comune di cui 4 destinate agli studenti con diversa abilità fisica; al piano primo si trovano 14 camere singole con bagno in comune e 7 cucine anch’esse in comune; al piano secondo vi sono 28 camere doppie con bagno e soppalco per l’area studio. La residenza universitaria è dotata anche di un’area che ospiterà una piccola palestra che sarà fruibile da tutti gli studenti che vi alloggiano.

(fonte: Ufficio Stampa del Comune di Firenze)