Home > Webzine > Final Six 2014 - ''Il volley sta arrivando a Firenze'' e fa rima con.. salute!
domenica 17 novembre 2019

Final Six 2014 - ''Il volley sta arrivando a Firenze'' e fa rima con.. salute!

14-07-2014

Ultima occasione prima dell'inizio della World League Finals 2014 per dare notizia degli ultimi preparativi e degli eventi che si svolgeranno a corollario della manifestazione. Alla presenza del commissario tecnico azzurro Mauro Berruto, gli organizzatori hanno svelato quel poco che ancora doveva essere reso pubblico nell'aula magna della "Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer".
"Il meglio del mondo del volley da oggi a Firenze: stanno arrivando!" ha esordito Roberto Ghiretti, gran cerimoniere, riferendosi all'imminente invasione "pacifica" che può essere sintetizzata al meglio con l'ausilio di pochi, ma significativi, numeri: 6 nazioni partecipanti, 10 partite in programma, 200 circa fra atleti, tecnici, dirigenti e arbitri, un totale di 45 mila spettatori previsti sulle gradinate del "Mandela Forum" e 30 emittenti televisive che trasmetteranno l'evento in circa 45 paesi diversi.
Un incontro proficuo che ha visto quale protagonista indiscusso il tema "sport e salute" e "sport come veicolo capace di creare un mondo migliore da abitare e da vivere". Per questo motivo sono intervenute alcune personalità di rilievo nel campo della medicina come Tommaso Langiano, Direttore Generale della A.O.U Meyer, e Sonia Toni, Responsabile per la Diabetologia Pediatrica dell'ospedale fiorentino. Entrambi hanno sancito il fondamentale bisogno di educazione che può essere soddisfatto attraverso "esempi positivi" come quelli dei giocatori di volley e, più specificatamente, delle "Caramellite", una squadra di pallavolo nata dalla grande amicizia sorta tra le ragazze (dagli 11 ai 15 anni) con diabete, seguite dal Centro Fiorentino, che grazie al loro esempio possono lanciare un messaggio importantissimo a tutte le coetanee affette dalla stessa patologia, e fornire al contempo una testimonianza significativa di come la cura e la prevenzione possano permettere qualsiasi tipo di attività sportiva.

Non hanno fatto mancare il loro contributo neanche l'assessore comunale Andrea Vannucci ed Eugenio Giani, suo predecessore in consiglio comunale, i quali si sono impegnati nello snocciolare le iniziative istituzionali e politiche che possono essere ricondotte al dibattito inerente il connubio sport e salute. Soprattutto il neo-assessore della giunta di Dario Nardella ha posto l'accento su quella che, secondo il suo condivisibile parere, è una "magnifica locomotiva", cioè l'attività sportiva intesa come vettore in grado di creare un forte collante sociale, per la quale la politica deve impegnarsi a preparare un "domani" migliore.
La sesta World League organizzata in Italia sarà dunque un viatico per imboccare quella strada che per troppo tempo la mancanza di lungimiranza e pianificazione hanno evitato di percorrere, e non soltanto l'ennesima occasione per tifare Italia e sperare in un titolo iridato da mettere nella bacheca dei trofei: l'attività fisica come prevenzione, una prevenzione derivante dall'educazione scolastica che, con il passare del tempo, si trasforma in cura economica, salutare e democratica.
Sottolineare la potenza che lo sport ricopre nella salute personale è stato l'obiettivo dell'intervento del tecnico della nazionale azzurra Mauro Berruto, il quale non ha mancato di ricordare come l'Italia sia l'istantanea di un paese che invecchia, ed in cui aumenterà sempre più il bisogno di salute. Secondo il commissario tecnico, memore dell'esperienza pluriennale alla guida della Finlandia e delle relative declinazioni riguardanti l'ambito dell'attività motoria (un esempio su tutti il "north walking", camminate "di gruppo" in pieno inverno, al buio e con una temperatura di -20°, molto popolari fra i finlandesi), ci dobbiamo riappropriare della bellezza del nostro territorio con una sorta di medicina naturale ed a basso costo, ovvero attraverso il movimento e le attività che si svolgono all'aria aperta.

Con l'epilogo della Final Four, svoltasi a Sidney e conclusasi sabato con la vittoria dell'Australia, anche l'ultimo pass disponibile per la fase finale che si svolgerà a Firenze dal 16 al 20 luglio è stato assegnato. Questa la composizione definitiva della kermesse pallavolistica mondiale: POOL A - Italia, Usa, Australia; POOL B - Iran, Russia, Brasile. Le prime due classificate di ciascun gruppo andranno a formare il quadro delle semifinali, che si terranno nella giornata di sabato, e dalle quali usciranno le selezioni nazionali che si affronteranno per il 1°/2° posto ed il 3°/4° posto. Gli incontri, per un totale di 10, saranno "totalmente" trasmessi dal canale televisivo Rai Sport 1, che non mancherà di affiancare alla diretta una serie di approfondimenti tematici. Partita d'apertura sarà, alle 17,30 di mercoledì, l'incontro fra la Russia del tecnico Voronkov, detentrice del titolo, e l'Iran, alla sua prima partecipazione alle Final Six. Esordio serale per la nostra nazionale, che affronterà i temibili statunitensi alle ore 20,30, a poche ore di distanza dal match inaugurale.

Il 17 luglio il match valevole per il POOL A fra Australia e Usa (ore 20,30, diretta su Rai Sport 1) sarà l'occasione per vedere all'opera (scelte tecniche ed infortuni permettendo) il giocatore più vecchio e quello più giovane della competizione: l'americano Willian Priddy, classe 1977, contro Arshdeep Dosanjh, convocato nelle fila dell'Australia non ancora maggiorenne (è nato il 30/07/1996).
Il 18 luglio sarà anche il Mandela Day, il primo dopo la scomparsa di "Madiba", e per ricordarLo sono state organizzate due lodevoli iniziative: uno striscione verrà appeso sulla facciata di Palazzo Vecchio con la frase "it is in your hands to create a better world for all who live in it", mentre prima della partita fra Italia e Australia verrà proiettato uno spot dedicato all'uomo-simbolo dell'anti-apartheid, e le squadre riceveranno una maglietta con le parole che Mandela stesso ha spesso pronunciato "sport can change the world".

Non rimane che fiondarsi a comprare gli ultimi tagliandi disponibili, in vendita sul circuito Box Office, oppure accomodarsi sul divano e seguire tutti gli incontri in calendario. Nella speranza che sia lo sport a vincere, insieme alla salute. Con un occhio di riguardo all'Italia, confindando in un successo che manca ormai da 14 lunghissimi anni...

La lista dei 14 azzurri convocati: Alzatori - Baranowicz, Travica; centrali - Birarelli (capitano), Buti, Piano, Anzani; schiacciatori - Kovar, Randazzo, Parodi, Zaytsev, Lanza, Vettori; liberi - Giovi, Rossini.

Calendario: Mercoledì 16 - ore 17,30 Iran Vs. Russia; ore 20,30 Italia Vs. Usa
Giovedì 17 - ore 17,30 Russia Vs. Brasile; ore 20,30 Usa Vs. Australia
Venerdì 18 - ore 17,30 Brasile Vs. Iran (differita Rai Sport ore 22,50); ore 20,30 Italia Vs. Australia
Sabato 19 - ore 17,30 1^class. POOL B Vs. 2^class. POOL A; ore 20,30 2^class. POOL B Vs. 1^class. POOL A
Domenica 20 - ore 17,30 Finale 3^/4^ posto; ore 20,30 Finale 1^/2^ posto.

di Lorenzo Bargelli