Home > Webzine > Giuseppe Rossi fuori 4-5 mesi. La Fiorentina guarda al mercato degli attaccanti svincolati?
sabato 16 novembre 2019

Giuseppe Rossi fuori 4-5 mesi. La Fiorentina guarda al mercato degli attaccanti svincolati?

06-09-2014
Giuseppe Rossi fuori per 4-5 mesi. Il responso del report medico è stato impietoso: “ACF Fiorentina comunica che l'atleta Giuseppe Rossi è stato sottoposto in data odierna (venerdì 5 settembre, ndr) a intervento di artroscopia al ginocchio destro dal dr. S. Singleton presso la clinica di Vail (Colorado). L'esame ha evidenziato una buona stabilità del neolegamento crociato già precedentemente operato. E' stato inoltre possibile riparare con sutura la recente lesione del menisco mediale. L'atleta sarà monitorato in Vail in questa settimana. Al termine inizierà le attività di fisioterapia in New York che proseguiranno a Firenze, secondo protocollo. La ripresa dell'attività sportiva sarà dettata dallo specialista, che stima intorno ai 4 -5 mesi”.
Una mazzata. Quanta sfortuna per Pepito, alle prese adesso con un’altra montagna da scalare. Se tutto andrà per il verso giusto, lo rivedremo in campo a febbraio. Il rischio, però, è che la sua stagione sia già finita. I mesi di stop forzati potrebbero essere di più. Nessuna fretta di rientrare, come invece era accaduto lo scorso gennaio quando, tra sogno mondiale e finale di Coppa Italia, nessuno se l’era sentita di opporsi alla voglia di affrettare i tempi da parte di Rossi.

Nemmeno per quest’inizio di campionato i tifosi della Fiorentina potranno ammirare insieme Pepito, Mario Gomez e Juan Cuadrado, probabilmente il trio più forte della Serie A. Per Montella, sostituire l’ex Villareal sarà complicato, nessun altro giocatore in rosa ha le sue doti e il suo estro. Adesso toccherà ai giovani Babacar e Bernardeschi cercare di non far rimpiangere l’italo-americano. E chissà che non possa tornare utile anche El Hamdaoui, titolare venerdì 5 settembre nell’amichevole di Ascona contro il Lugano (2-1 per gli svizzeri). Il marocchino - a differenza dell’altro esubero, Iakovenko - ha già mostrato qualcosa nel nostro campionato. Basta vedere i tre gol segnati nel 2012-13, tutti in trasferta: contro il Milan, la Roma e il Torino.

Ancora è presto per dirlo, ma è probabile che la Fiorentina torni sul mercato degli attaccanti svincolati perché quattro centravanti puri (Gomez, Babacar, Bernardeschi, El Hamdaoui) sono pochi per tre competizioni. Ronaldinho, 34 anni, pallone d’oro nel 2005 col Barcellona, ha rescisso il contratto con i brasiliani dell’Atletico Mineiro a fine luglio. Il problema è l’ingaggio: chiede 2,5 milioni, quanto Rossi. Troppi. Nilmar, classe 1984, è stato accostato recentemente alla Roma. Si è svincolato dal club qatariota El-Jaish. Vorrebbe 2,8 milioni annui. I due brasiliani sono sogni destinati a rimanere tali. Il ceco Milan Baros (1981) ha giocato l’anno scorso in Turchia nell’Antalyaspor, mentre il portoghese Hugo Halmeida (1984) è reduce da tre stagioni al Besiktas, sempre in Turchia. Jonas Gonçalves Oliveira (1984), dieci gol nella Liga spagnola nel 2013-14, ha terminato il suo rapporto con il Valencia. Milan Jovanovic (1981), ex Anderlecht e Liverpool, è fermo da un anno. Innocent Emeghara (1989) è quello che conosce meglio la Serie A per aver vestito le maglie di Siena e Livorno. Il nigeriano sta cercando squadra tra la Premier League inglese, la Bundesliga tedesca e il nostro torneo. Infine, Jermaine Pennant (1983), disoccupato da gennaio, quando ha rescisso il contratto con lo Stoke City.

di Stefano Niccoli