Home > Webzine > La Fiorentina vuole il bis contro il Sassuolo, ma continua la maledizione Mario Gomez
giovedì 14 novembre 2019

La Fiorentina vuole il bis contro il Sassuolo, ma continua la maledizione Mario Gomez

24-09-2014

All’orizzonte ci sarebbe un’importante partita di campionato contro il Sassuolo, ma trascurare l’ennesimo infortunio di Gomez è impossibile. Il report medico pubblicato da violachannel.tv poco prima della 20 di lunedì 22 settembre è stato un fulmine a ciel sereno. “ACF Fiorentina comunica che Mario Gomez, al termine della gara Atalanta-Fiorentina, ha subìto una lesione di I grado alla giunzione mio-tendinea dei flessori della coscia destra, diagnosi confermata dagli accertamenti eseguiti in data odierna (22 settmbre, ndr). L’atleta ha già iniziato le cure del caso. Tra 10 giorni sarà eseguito un nuovo controllo. La prognosi prevista per la completa ripresa dell’’attività sportiva è di tre settimane”. Il panzer tedesco aveva  bisogno di giocare per tornare quello ammirato con il Bayern Monaco. Questo stop, invece, complica tutto. Super Mario ci metterà un po’ di tempo per recuperare, ha una muscolatura pesante, la speranza è di rivederlo in campo il 19 ottobre con la Lazio, dopo la sosta per le nazionali. Salterà le sfide contro Sassuolo, Torino, Dinamo Minsk (Europa  League) e Inter. Un tremendo deja vù, una maledizione senza fine. Prima Rossi, ora Gomez. I due attaccanti che avrebbero dovuto fare le fortune della Fiorentina sono nuovamente ai box. Impossibile spiegare come l’attaccante teutonico, autore di una buona pre season culminata con la rete contro il Real Madrid nell’amichevole di Varsavia, si sia poi presentato all’inizio ufficiale della stagione in condizioni disastrose. Qualche domanda sorge spontanea: l’infortunio poteva essere evitato? Era necessario far giocare Gomez ogni tre giorni? Ora la Fiorentina dovrà far vedere di che pasta è fatta, ma senza i suoi centravanti titolari tutto diventa più difficile. Babacar e Bernardeschi saranno chiamati ancora più in causa. I due gioiellini dovevano essere il futuro della società viola, adesso dovranno bruciare le tappe. Affidarsi, però, a due ventenni in un anno considerato da molti quello della consacrazione rischia di essere un suicidio. Ma non ci sono alternative (a meno che Pradè e Macia non tornino sul mercato degli attaccanti svincolati), quindi massima fiducia in Baba e Berna.

Probabilmente sarà l’ex Modena a sostituire Gomez. Già dalla gara del Franchi contro il Sassuolo (mercoledì 23 settembre ore 20.45). Con gli emiliani, Montella potrebbe riproporre il 3-5-2 di Bergamo, senza dimenticare il 4-3-3. In difesa, Alonso dovrebbe rifiatare e uno tra Basanta e Richards affiancherà Savic e Gonzalo Rodriguez. A centrocampo tornerà Pizarro, mentre Badelj si accomoderà in panchina. Sulla fascia sinistra lotta a due tra Vargas e Pasqual, a destra Tomovic. Kurtic si candida per una maglia da titolare dopo il bel gol contro l’Atalanta. Borja Valero ha smaltito la botta rimediata in Europa League contro il Guingamp, quindi col Sassuolo ci sarà fin dall’inizio.

Di fronte, la formazione di Eusebio Di Francesco, reduce dallo 0-0 del Mapei Stadium contro la Sampdoria e ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato dopo due pareggi e la roboante sconfitta per 7-0 con l’Inter a Milano. In condizioni “normali”, la gara con i neroverdi non dovrebbe dare molte preoccupazioni agli uomini di Vincenzo Montella, ma l’infortunio di Gomez complica il match. Non solo. Da quando l’Aeroplanino è a Firenze, la Fiorentina ha sempre fatto più fatica in casa che in trasferta. “Colpa” dell’atteggiamento delle squadre medio-piccole che si rinchiudono in difesa, dietro la linea della palla, giocando di contropiede.
Di Francesco può contare su Paolo Cannavaro, nuovamente disponibile dopo le tre giornate di squalifica. L’ex Napoli verrà schierato in mezzo alla difesa insieme ad uno tra Acerbi e Antei. Sulle fasce, Vrasliko, obiettivo della Fiorentina durante il mercato estivo, e Peluso, ma il tecnico pescarese potrebbe far rifiatare i due esterni, inserendo Gazzola e Longhi. In mezzo al campo Taider e Magnanelli, mentre tra Brighi e Biondini è favorito quest’ultimo. In attacco, Zaza, opaco contro la Sampdoria, potrebbe riposare a favore di Floccari. Il tridente sarà completato da Floro Flores e Sansone (Berardi è squalificato).

Le probabili formazioni:
Fiorentina: Neto, Richards, Gonzalo, Savic, Tomovic, Pizarro, Borja Valero, Kurtic, Cuadrado, Vargas, Babacar.
Sassuolo: Consigli, Vrsalijko, cannavaro, Acerbi, Peluso, Taider, Magnanelli, Biondini, Sansone, Floro Flores, Floccari.

Stefano Niccoli