Home > Webzine > Torino-Fiorentina 1-1: Khouma Babacar salva i viola
lunedì 18 novembre 2019

Torino-Fiorentina 1-1: Khouma Babacar salva i viola

29-09-2014
La Fiorentina pareggia in extremis per 1-1 la sfida in trasferta contro il Torino e riesce ad evitare per un soffio una crisi che però appare solo rimandata. La partita è stata giocata alla pari con un avversario che in fin dei conti si è reso pericoloso in poche occasioni, ma i gigliati hanno mostrato ancora una volta i propri limiti nella costruzione del gioco: poco pressing, scarse verticalizzazioni e terribile condizione di forma, tipica di una squadra che sta giocando nel mese di maggio e non a campionato appena iniziato. Il tecnico Montella ha dovuto fare i conti con i molti infortuni in attacco, in quanto mancavano Rossi, Gomez, Joaquin, Cuadrado e Vargas: sono stati schierati Neto in porta, Rodriguez, Savic, Pasqual e Richards in difesa, Valero, Fernandez, Kurtic e Badelj a centrocampo, Ilicic e Babacar in attacco.

Il primo tempo ha visto gli avversari in campo studiarsi, ma è stata la Fiorentina ad avere le due occasioni migliori con Babacar, che però in entrambi i casi non ha ottenuto più del calcio d’angolo. A fine primo tempo sembrava già che la sfida fosse destinata a terminare con un triste 0-0 come contro il Genoa. Subito dopo il quarto d’ora della ripresa tuttavia sono i granata a passare in vantaggio, con Quagliarella che in piena area di rigore controlla il pallone in mezzo a due avversari e batte Neto con un diagonale. Montella corre ai ripari ed inserisce Pizarro, Aquilani e Bernardeschi e alla mezz’ora è quest’ultimo che risulta decisivo, offrendo l’assist per il pareggio a Babacar, che aggira il portiere del Torino e insacca per l’1-1 finale. Alla fine forse è un punto guadagnato, ma tra una settimana contro l’Inter difficilmente i gigliati porteranno a casa i tre punti con una prestazione di questo tipo.

Adesso i viola dovranno mettere da parte i problemi di classifica del campionato per concentrarsi sulla sfida di Europa League in trasferta contro la Dinamo Minsk. Mentre in attacco le scelte appaiono obbligate, è probabile che a difesa e a centrocampo saranno inseriti i giocatori lasciati a riposo negli ultimi appuntamenti.

di Matteo Fabiani