Home > Webzine > Fiorentina-Paok Salonicco, Montella: ''Gomez titolare? E' una tentazione''
lunedì 18 novembre 2019

Fiorentina-Paok Salonicco, Montella: ''Gomez titolare? E' una tentazione''

05-11-2014

Testa all’Europa League prima di “rituffarsi” nel campionato in vista della delicata sfida contro il Napoli domenica 9 novembre alle 18.  Giovedì 6 novembre allo Stadio Artemio Franchi arriva il Paok Salonicco (ore 21.05), quarta giornata del girone K. La Fiorentina è in testa alla classifica a quota nove punti, la qualificazione ai sedicesimi di finale è ormai in cassaforte. Per avere la certezza del passaggio del turno, basterà non perdere contro la squadra greca.

In queste ore, però sono le condizioni di Federico Bernardeschi a tenere banco in casa viola. Il talento di Carrara, infatti, si è fratturato il malleolo e martedì 4 novembre è stato operato. Dovrà star fuori almeno cinque mesi. Lo rivedremo, se non ci saranno intoppi durante il percorso di riabilitazione, nel marzo 2015. Quanta sfortuna per l’ex Crotone che si stava mettendo in mostra proprio in Europa League, competizione in cui aveva già segnato due gol, contro Guingamp e Dinamo Minsk. L’attacco gigliato ha ancor di più gli uomini contati. Adesso tocca a Mario Gomez prendersi sulle spalle la Fiorentina. Ha l’esperienza e la qualità per farlo. Deve iniziare a fare la differenza. Probabile comunque che Daniele Pradè ed Eduardo Macia tornino sul mercato a gennaio. Secondo alcuni rumors, i viola avrebbero messo nel mirino Christian Benteke, congolese di passaporto belga di proprietà dell’Aston Villa. E’ reduce dalla rottura del tendine d’Achille, infortunio che l’ha costretto a saltare i mondiali in Brasile, ma è rientrato a pieno regime da un mese. Restano in corsa anche Fabio Borini del Liverpool, Giovani Dos Santos del Villareal, Marco Borriello della Roma, Goran Pandev del Galatasaray e Giampaolo Pazzini del Milan.

Tornando alla gara contro il Paok Salonicco, Montella dovrebbe riproporre la difesa a quattro con Richards, Basanta (Gonzalo in panchina dopo la brutta prova contro la Sampdoria), Tomovic e Pasqual a protezione di Tatarusanu. A centrocampo, riposo per Aquilani e Badelj, mentre Kurtic e Lazzari partiranno titolari. In cabina di regia, David Pizarro. Un solo dubbio in attacco per l’Aeroplanino, strettamente legato al modulo: se sarà 4-3-1-2, Borja Valero agirà alle spalle di Gomez ed Ilicic. In caso di tridente offensivo, accanto al tedesco, vedremo Vargas a sinistra e Ilicic a destra.

Questa, quindi, la probabile formazione della Fiorentina: Tatarusanu, Richards, Basanta, Tomovic, Pasqual, Kurtic, Pizarro, Lazzari, Borja Valero (Vargas), Gomez, Ilicic.

Dalla sala stampa “Manuela Righini” dello stadio Artemio Franchi di Firenze, le parole di Vincenzo Montella e David Pizarro.

Montella: “Abbiamo la possibilità di qualificarci, bisogna sfruttare questa chance. Poi possiamo concentrarci sul campionato, anche se solo in parte. Dubito che il Paok pensi di più al campionato, per loro è una partita importante per il passaggio del turno. Le squadre importanti non sottovalutano nessuna partita, sarà una gara molto maschia.  Lo smoking? Io non l'ho regalato ai giocatori, mi chiedo da dove sia uscito (ride, ndr).
In questi due anni ci sono stati pochi momenti difficili fortunatamente. Nel calcio ci sono momenti del genere, ma ne possono capitare anche di peggio. Dobbiamo rimboccarci le maniche e riprendere il cammino che meritiamo.
La partita di coppa ci può dare la certezza del passaggio del turno, ma soprattutto la continuità di risultati di cui abbiamo bisogno. Dipende tutto da noi.
La squadra sa che poteva fare di più con la Sampdoria, c'è ottimismo proprio per questo motivo.
Gomez? Non ha un minutaggio adeguato per partire titolare anche se ci sto pensando perché ha bisogno di giocare. Al momento, però, è solo una tentazione.
Tatarusanu e Neto? Sono due portieri diversi, ma danno tranquillità a me e alla squadra.
Bernardeschi? Gli faccio un grosso in bocca al lupo. Deve stare sereno e distaccato. Questo infortunio può avere dei risvolti positivi se lo vede dalla parte giusta.
Gomez lo vedo bene mentalmente. È molto determinato. Sono fiducioso riguardo il suo futuro rendimento. Vuole essere riconoscente nei confronti della città, ma è stato sfortunato, non si è fatto male da solo.
Temo molto questa partita. Il Paok darà più del cento per cento per qualificarsi. Se giocheremo senza lo smoking, potremo fare bene.
La dinamica dell'infortunio di Bernardeschi? C'è stata una scivolata di un compagno, Federico ha appoggiato male la gamba a terra e si è storto la caviglia. Ha fatto tutto da sé.
Basanta? Si sta adattando bene al calcio italiano. Ha qualità importanti. E' un titolare e potrà avere ancora più spazio”.

Pizarro: “Dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra Europa League e campionato. Dobbiamo lasciare lo smoking a casa e cominciare a pedalare. Non ci piace la situazione che stiamo vivendo. Abbiamo lasciato punti importanti in campionato ed in Serie A è difficile recuperarli. Adesso sta a noi, dobbiamo dare più del cento per cento. Contro il Napoli abbiamo una chance importanti per riprenderci.
La sconfitta di Genova è stata pesante, in pullman non abbiamo parlato, c'era silenzio completo, sembrava un funerale, non ci aspettavamo di fare una prestazione così.
Il campionato sembra molto equilibrato. Non dobbiamo guardare la classifica e pensare di partita in partita. Il nostro punto debole, fino adesso, è stato la concentrazione che qualche volta ci è venuta a mancare. 
Sto bene fisicamente. Ho recuperato dallo stiramento di primo grado in occasione della partita contro l'Udinese. Vorrei giocare sempre, ma ho una certa età. Quando giocherò, cercherò di dare sempre il massimo.
Le partite in Europa sono sempre difficili. Dobbiamo restare concentrati per novanta minuti, altrimenti si rischia di fare una brutta figura.
Credo che ci sarà una svolta nella nostra stagione. Dobbiamo rialzarci, abbiamo la rosa e il gioco per riuscirci.
Aquilani e Badelj registi? E' un aspetto tecnico, preferisco non rispondere a questa domanda”.

di Stefano Niccoli